home fip
basket community
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Maglia Azzurra
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top Sponsor Shorts
Top Sponsor Shorts
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

UNDER 17 MASCHILE - PORTO SANT'ELPIDIO

Indietro
Finale Nazionale BEKO Under 17. Per lo Scudetto sarà Reyer Venezia contro Virtus Bologna, Battute Stella Azzurra (69-66) e AJ Milano (77-67)
Porto Sant'Elpidio. Umana Reyer Venezia e Unipol Banca Virtus Bologna si affronteranno per lo Scudetto 2014 della categoria Under 17 maschile.

Questo il verdetto delle due intense, spettacolari ed incerte fino all'ultimo semifinali giocate sul parquet del Palasport di Porto Sant'Elpidio.

Per arrivare all'ultimo atto della manifestazione tricolore gli orogranata di coach Zanatta hanno sconfitto la Stella Azzurra per 69-66. Prestazione da sottolineare per capitan Bolpin, autore di 18 punti.

E' un successo in rimonta quello dei virtussini di coach Sanguettoli, sotto di 16 poco prima dell'intervallo lungo contro i campioni in carica dell'Armani Junior Milano, e grazie a un Tommaso Oxilia in versione extraterrestre (35 punti, 25 nei secondi due periodi) capaci di imporsi 77-67.

La palla a due della Finale Scudetto è per domenica 15 giugno alle ore 19.30 (diretta streaming su www.pianetabasket.com)




I risultati delle Semifinali della Finale Nazionale Under 17 maschile

Umana Reyer Venezia – Stella Azzurra 69-66
Armani Junior Milano – Unipol Banca Virtus Bologna 67-77


Il programma delle finali

Ore 17.15 Finale 3° posto. Armani Junior Milano – Stella Azzurra
Ore 19.30 Finale 1° posto. Umana Reyer Venezia – Unipol Banca Virtus Bologna

Umana Reyer Venezia – Stella Azzurra 69-66

Di nuovo di fronte. Dopo la finale scudetto di due anni fa nell'Under 15, dopo la semifinale Under 19 ecc. del 2013, dopo il Quarto di finale di due settimane fa in DNG. Di nuovo di fronte, questa volta per un posto che vale il match clou della Finale Nazionale BEKO Under 17. La sfida senza fine fra Umana Reyer Venezia, vincitrice nei tre incontri sopra ricordati, e Stella Azzurra, parte nel segno del gioco collettivo, e spesso spettacolare, degli orogranata di coach Zanatta. Capitan Bolpin (18), Totè (11) e Visconti (17) si trovano a occhi chiusi e confezionano realizzazioni di alto livello nei primi due quarti in cui la forbice non scende mai sotto i 7 punti (35-27 al riposo lungo). La Stella fatica a rimanere in scia, e si affida sotto le plance alla reattività di Radonjic (10 punti, 13 rimbalzi) per partire veloce in transizione, chiusa dalle individualità di Moretti (16) e La Torre (18). L'intensità massima del match porta alcuni dei protagonisti a caricarsi di falli, ma D'Arcangeli non può rinunciare a Radonjic (4 falli a metà gara) e lo tiene in campo proteggendolo con un maggiore utilizzo della zona. La scelta è vincente, perché nello splendido terzo periodo i nerostellati risalgono la china dal 27-41 fino al 49 pari. Fra il -14 e l'equilibrio ristabilito a dieci minuti dalla fine il pubblico del Palasport di Porto Sant'Elpidio gode di un capitolo bellissimo di pallacanestro giovanile. La Torre, 17 anni per lui quest'oggi, e Moretti da una parte (più l'ausilio del prezioso Sorrentino), Bolpin e Visconti dall'altra sono i cecchini che infiammano le retine bombardano da fuori l'arco, alzando temperatura dell'impianto e portando il tabellone, a 10' dalla fine, in perfetta parità. Negli ultimi dieci di gioco è ancora l'Umana a mettere il naso davanti, con la solita coppia Visconti+Bolpin e a due minuti dalla fine è sul 64-58. Concitatissimi, e non poteva essere altrimenti, gli ultimi due giri d'orologio. La Reyer riesce a mantenere le distanze, aiutata da un paio di disattenzioni nerostelline che costano possessi nel momento cruciale della gara. Il punto esclamativo del match è griffato Bolpin, che dalla lunetta inchioda il tabellone sul 69-66.


REYER VENEZIA - STELLA AZZURRA 69-66 (22-12, 13-15, 14-22, 20-17)
REYER VENEZIA: Perzolla, Visconti 17 (4/6, 3/14), Crivellari 5 (1/3, 1/1), Price 0 (0/1), Criconia 3 (0/1, 1/1), Pedenzini 3 (1/1 da tre), Bolpin 18 (3/7, 3/8), Ambrosin 4 (0/2, 0/1), De Lazzari 0 (0/1 da tre), Bovo 8 (4/5), Tote' 11 (1/3, 3/4)
Tiri Liberi: 7/9 - Rimbalzi: 27 22+5 (Bovo 6) - Assist: 19 (Bolpin 7) - Cinque Falli: Bovo
STELLA AZZURRA: Moretti 16 (6/19, 0/5), La Torre 18 (3/7, 2/10), Palsson 9 (2/3, 0/3), Vitale, Radonjic 10 (3/7, 1/1), Gazineo 5 (1/1), Sorrentino 8 (3/4, 0/2), Antonaci
Tiri Liberi: 21/32 - Rimbalzi: 39 25+14 (Radonjic 13) - Assist: 7 (Moretti 5)





Armani Junior Milano – Unipol Banca Virtus Bologna 67-77

La seconda semifinale di giornata comincia nel segno dell'Olimpia, avanti nel punteggio dopo i primi 5 minuti di gioco. La forbice si allarga fino al doppiaggio (30-15), trovato dai meneghini poco prima dell'intervallo lungo. Tanto è brillante e attenta sotto i due aspetti l'abbrivio del match dei ragazzi di coach Galbiati, tanto è infelice la prima parte dell'incontro per i ragazzi di coach Sanguettoli. Il canestro è quasi una chimera, e in difesa i lunghi Cattapan e Vercellino non riescono ad arginare l'agilità di Pecchia (14) e Loizate (9). La panchina virtussina corre ai ripari e la difesa a zona è l'aspetto da cui le V Nere ripartono per rientrare in partita. In attacco poi, si cominciano ad ammirare sprazzi di Tommaso Oxilia, che riscalda le sue mani (10 punti nei primi 20') prima del terremoto del secondo tempo (37-27 all'intervallo lungo).
Al ritorno dagli spogliatoi, e dopo aver subito il massimo svantaggio (44-32 con la tripla di Colombo) la Virtus si ridesta definitivamente e riapre il match a 3' minuti dalla fine del terzo periodo. Il merito è tutto di Tommaso “cataclisma” Oxilia, la falla che la difesa di Milano non riesce a proprio a tappare. Da incorniciare il suoi secondi due periodi, con 25 punti (12/12 dai liberi) che cambiano il finale del match. La difesa di Bologna si alza a muro invalicabile concedendo 9 e 11 punti rispettivamente nel terzo e quarto periodo, mentre la maggior tranquillità di squadra giova anche a Lorenzo Penna, che nel corso dell'incontro passa dal 6 striminzito in pagella della prima metà gara per chiudere con un bell'8 pieno (e 20 punti). A due minuti dalla fine i meneghini abdicano, e la Virtus Bologna può festeggiare la qualificazione alla Finale Scudetto.


OLIMPIA MILANO - VIRTUS BOLOGNA 67-77 (17-12, 20-15, 19-29, 11-21)
OLIMPIA MILANO: Villa 9 (2/6, 1/6), Vigano', Carzaniga 9 (3/6 da tre), Toffali 3 (1/4), Colombo 9 (3/10, 1/4), Pecchia 14 (4/8, 1/2), Di Meco 4 (2/2), Loizate 9 (3/3, 1/1), Rossi 10 (2/5, 2/5), Badocchi 0 (0/1 da tre). All. Galbiati
Tiri Liberi: 6/9 - Rimbalzi: 27 22+5 (Pecchia 10) - Assist: 12 (Villa, Colombo 3)
VIRTUS BOLOGNA: Sitta 3 (0/2, 1/3), Vercellino 9 (3/8, 1/2), Oxilia 35 (7/13, 3/3), Conti 0 (0/2, 0/2), Zani, Nikolic 10 (4/7), Carella 0 (0/1), Penna 20 (5/13, 2/7), Cattapan. All. Sanguettoli
Tiri Liberi: 18/23 - Rimbalzi: 45 31+14 (Vercellino, Oxilia 11) - Assist: 11 (Penna 4)


Ufficio Stampa FIP
Condividi ...
U18 M Ecc. '20
2/7 Giugno
Milano
U16 M Ecc. '20
15/21 Giugno
Udine
U15 M Ecc. '20
27/5 - 2/6
Cecina
U14 M '20
22/28 giugno
Pordenone
U18 F '20
2/7 Giugno
Milano
U16 F '20
13-20 Giugno
Rovigo
U14 F '20
21-27 Giugno
Roseto degli Abruzzi
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Uliveto
Autovia
Cantine Maschio
orogel.it
Sixtus
www.bricofer.it
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner