home fip
basket community
Main Sponsor
Main Sponsor
Sponsor Tecnico
Sponsor Tecnico
Top Sponsor Shorts
Top Sponsor Shorts
Top sponsor
Top sponsor
Sponsor
Sponsor
Giovanilecomitato regionale

U17M - BARLETTA

Indietro
5 Giugno 2009
Finale Nazionale U17 Maschile a Barletta – La parola ai coach
Il conto alla rovescia è iniziato. Da lunedì 15 a domenica 21 giugno prossimi a Barletta andrà in scena la Finale Nazionale Under 17 Maschile.

Questi i gironi:

Girone A

Junior Libertas Pallacanestro Casale Monferrato
Cestistica Basket Udinese
Trenkwalder Reggio Emilia
Pallacanestro Don Bosco Livorno

Girone B

Fortitudo Bologna
Pool Eurobasket Roma
Scavolini Pesaro
Reyer Venezia

Girone C

Robur et Fides Varese
Montepaschi Siena
Virtus Roma
Pallacanestro Petrarca Padova

Girone D

Pallacanestro Varese
Benetton Treviso
Pistoia Basket 2000
Sport Management Group Latina

A neanche dieci giorni dalla palla a due ecco i commenti dei coach delle 16 squadre che si contenderanno lo Scudetto di categoria

Giuseppe Di Manno – Pallacanestro Reggiana: “Andiamo per rimanere il più a lungo possibile a Barletta e farci rispettare. La nostra forza è il gruppo e la squadra può contare su una rotazione abbastanza ampia e sul coinvolgimento di tutti gli elementi che la compongono. Il livello di questa Finale è davvero alto ed i gironi devo dire che sono equilibrati”.

Alberto Zanatta – Reyer Venezia: “Per noi la Finale è già un gran traguardo se si considera che questo è il primo anno di settore giovanile per la Reyer. Abbiamo raggiunto già le finali U15 e ora le U17. I ragazzi si sono sacrificati tutto l’anno l’uno per l’altro e per molti sarà la prima esperienza a livello nazionale. Paghiamo un po’ d’esperienza quindi e forse la panchina corta. Ma contiamo molto su Marco Ceron”.

Marco Mosi – Don Bosco Livorno: “Il nostro obiettivo era staccare il biglietto per Barletta. Ci siamo riusciti dopo un sofferto spareggio contro Biella e un interzona complicato. Siamo ovviamente contentissimi. Adesso ce la giochiamo con la consapevolezza di essere una squadra senza lunghi di ruolo e che ama giocare a campo aperto”.

Fabrizio Garbosi – Robur et Fides Varese: “Avevamo qualche ambizione per Barletta, ma dopo la composizione dei gironi abbiamo dovuto ridimensionarci un pochino. La Montepaschi Siena è praticamente irraggiungibile. Il nostro gruppo è buono e ce la giocheremo comunque. Siamo una squadra completa, fatta di tanti buoni giocatori con ottime mani”.

Lorenzo Pansa – Junior Libertas Monferrato: “La Finale per noi è una sorpresa. Abbiamo un gruppo formato interamente da ’93. Non ci aspettavamo questo risultato e ora andiamo a Barletta sereni per cercare di fare del nostro meglio. Il gruppo, messo insieme l’anno scorso, è interessante. Abbiamo anche un ragazzo croato molto bravo ma purtroppo non potrà disputare la Finale. Peccato”.

Cristiano Biagini – Pistoia Basket 2000: “Per 11 ragazzi su 12 sarà la prima volta in una Finale Nazionale. Siamo contenti di esserci e più si va avanti più si ha voglia di fare bene. Come squadra siamo di livello medio in Toscana. Abbiamo affrontato la Montepaschi e abbiamo perso solo di 14/15 punti. Abbiamo 2 o 3 ragazzi su cui contiamo ma la rotazione si ferma a 8/9 elementi”.

Giulio Griccioli – Montepaschi Siena: “L’ambizione è quella di sempre. Andiamo a Barletta per fare strada, ma sappiamo che non dipende solo da noi. Il gruppo è molto buono, fisico e veloce. Probabilmente siamo una squadra grande per essere una Under 17 e qualche volta potrebbe non essere un bene. In ogni caso abbiamo diversi atleti di interesse nazionale e puntiamo a fare bene”.

Massimo Prosperi – Virtus Roma: “Andiamo a Barletta tranquilli e consci di essere una buona squadra. Incontreremo squadre che forse ci saranno superiori e poi c’è da dire che siamo capitati in un girone di ferro. Siamo contenti del lavoro svolto e della crescita dei ragazzi. Siamo giovani e l’obiettivo principale è creare atleti che possano allenarsi e dare qualcosa in categorie superiori”.

Andrej Rinolfi – Victoria Libertas Pesaro: “Andiamo alla Finale per giocare e divertirci. Di certo non sarà una scampagnata ma le ambizioni le stabiliremo giorno per giorno. Siamo una buona squadra, con ragazzi che hanno la testa sulle spalle e che aspira a diventare giocatore. Abbiamo lavorato tutto l’anno con i gruppi juniores e cadetti e ce la giocheremo”.

Roberto Gallo – Sport Management Group Latina: “E’ già un grosso risultato aver raggiunto le finali. Non eravamo certo accreditati a superare l’interzona e per questo siamo contenti. Andiamo in Puglia consci delle nostre possibilità e daremo il massimo. Non siamo certo appagati. Siamo una squadra che ha agonismo, voglia di lottare e difendere forte. Giochiamo in velocità e abbiamo buona tecnica”.

Francesco Ricci – Fortitudo Bologna: “Il nostro gruppo è molto giovane, abbiamo tanti ’93 e non partiamo certo tra le favorite ma continuiamo a migliorare e poi vedremo. Contiamo su una buona difesa e possiamo permetterci di distribuire punti un po’ per tutta la squadra. Il livello è alto e lo testimonia la Scavolini che nel nostro girone è come seconda”.

Luigi Colosetti – Cestistica Basket Udinese: “Dopo aver vinto il concentramento abbastanza nettamente ora dobbiamo verificare il nostro valore con squadre più attrezzate della nostra. Noi siamo piuttosto piccoli e forse non saremo al completo per via di un infortunio al nostro play e agli esami di scuola privata di un altro nostro giocatore. Abbiamo però Mian che è il fulcro della nostra squadra”.

Adriano Vertemati – Benetton Treviso: “Siamo una squadra competitiva e il nostro primo obiettivo è dare l’opportunità ai nostri giocatori di confrontarsi ad alto livello. Possiamo giocare contro tutti ma non abbiamo ancora obiettivi prefissati. Il gruppo è estremamente futuribile. Abbiamo due lunghi alti e si può dire che la squadra ha i pro e i contro tipici della categoria”.

Carlo Colombo – Pallacanestro Varese: “Siamo contenti di essere arrivati fino a questo punto. La squadra è discreta ma fatica ancora a raggiungere certi obiettivi. Comunque aspiriamo a superare il primo turno poiché siamo un gruppo aggressivo, fisicamente non molto forte ma di cuore, generoso. Tutte le gare saranno difficilissime”.

Alberto Buffo – Petrarca Padova: “Con la finale a Barletta abbiamo già raggiunto il nostro obiettivo. In Veneto il campionato è durissimo, con Benetton e Reyer su tutte. Ora non abbiamo nulla da perdere e visto il girone che ci è toccato direi che non c’è una squadra che ammazzi le altre. E poi comunque sotto pressione si gioca meglio. Non abbiamo un giocatore di spicco, ma siamo una squadra omogenea sia tatticamente sia fisicamente”.

Massimo Corradini – Pool Eurobasket Roma: “Andiamo a Barletta carichi di entusiasmo perché non pensavamo certo di arrivare fin qui. Abbiamo affrontato lo spareggio e l’interzona con una squadra che, tranne per un elemento, non aveva mai fatto esperienze fuori Regione. Ora speriamo di fare del nostro meglio e di giocarci tutte le nostre carte. Siamo consapevoli di avere di fronte squadre molto forti ma siamo un gruppo atleticamente ben messo. Tecnica non eccelsa ma abbiamo fisico da mettere in area e giocare contro di noi non sarà facile”.

Ufficio Stampa Fip
Condividi ...
calendario eventi
© 2015 Federazione Italiana Pallacanestro - Giovanile - Privacy Policy    Cookie Policy
credits sendoc.it
Gazzetta
Kigili
Uliveto
Autovia
MGX
orogel.it
Sixtus
www.spaldingbros.com

Media Partner

Fornitori Ufficiali

Fisiowarm
Vettore Medical
YouteCar

Official Medical Partner