<![CDATA[FIP]]> Wed, 20 Nov 2019 12:34:13 UTC <![CDATA[Altre notizie - Basket Magazine. Il numero 58 è in edicola, oppure in vendita online ]]> "Basket Magazine" è tornato, con una grafica rinnovata e tante storie. Il personaggio in primo piano è Milos Teodosic, che apre l’analisi dei tre campionati di vertice dopo le prime settimane di gara. Tra i tanti temi, la rassegna dei nuovi stranieri della Serie A, le storie dei coach, il positivo avvio in Europa dell’Olimpia, i segreti di Scariolo e della sua Spagna campione del mondo, i motivi del flop degli Usa che, come sempre, hanno nell’Olimpiade l’unico obiettivo che conta. E poi il ritorno di Andrea Capobianco alla guida della Nazionale femminile e l’estate d’oro delle nostre ragazze.

Ed eccoci tornati, con una veste grafica più avvincente e contenuti intriganti sulla stagione dei canestri. Basket Magazine, periodico di pallacanestro e cultura sportiva, diretto da Mario Arceri, disponibile anche in edizione digitale, riprende l’appuntamento mensile con i suoi lettori offrendo approfondimenti sui temi e i personaggi più attuali del basket italiano e internazionale, arricchito dalle splendide immagini di Giulio Ciamillo e dei suoi collaboratori.

La nuova stagione offre spunti interessanti, e il primo piano di questo numero, con la copertina dell’edizione nazionale, non può che essere dedicato a Milos Teodosic, il primo autentico fuoriclasse ad entrare, dopo molti anni, nel nostro campionato: i servizi sono di Eugenio Petrillo e Maurizio Roveri. Ma con il play serbo sono arrivati altri campioni autentici: Michele Stilli ce li presenta, mentre Marco Arcari traccia la hit parade della Serie A dopo il primo mese abbondante di sfide. Giuseppe Malaguti ci spiega le rinnovate ambizioni della Reyer. Luigi Ercolani fa il punto sulla Fortitudo, Genny de Gaetano racconta il ritorno tra le grandi di Treviso, di Emanuele Blasi è il ritratto di Jerome Dyson, il folletto che fa sognare Roma. Di Alessandro Luigi Maggi, infine, la rassegna dei coach di Serie A tra conferme, esordi nella massima Serie e cambi di panchina che hanno fatto discutere in estate.

Ampio spazio anche per la A2 Old Wild West, resa particolarmente interessante dalle novità della formula: meno squadre, due promozioni, più retrocessioni, Carlo Ferrario e Roberto Caporilli analizzano i due gironi, tra conferme e sorprese. Riflettori anche sulla Campania che ritrova nella Serie cadetta due piazze importanti, Caserta e Napoli, a fianco di Scafati, compensando in parte la delusione per il ridimensionamento di Avellino: il servizio è di Giovanni Bocciero. L’analisi della Serie B, di Roberto Caporilli, chiude le pagine dedicate ai campionati della Lega Nazionale.

Andiamo all’estero con l’Armani che, sotto la guida di Ettore Messina e l’esperienza di Rodriguez e Scola, sembra aver trovato il passo giusto in Eurolega. Dalla World Cup di Pechino siamo tornati con il titolo iridato della Spagna e la grande delusione degli Usa di Popovich. Andrea Rizzi e Marino Petrelli che, da inviati, hanno seguito il mondiale cinese, spiegano il segreto dell’impresa di Sergio Scariolo, e cioè il fantastico e ideale mondo in cui il coach bresciano può lavorare, e i motivi del flop americano: ma per gli Usa, si sa, da sempre conta solo l’Olimpiade. Della Nba scrive Giovanni Cardarello: tutti gli indizi, e non solo LeBron James, dicono che questo potrebbe essere l’anno del grande ritorno dei Lakers.

Largo spazio anche per il basket femminile con l’intervista di Filippo Luini ad Andrea Capobianco che ha aperto il nuovo corso della Nazionale azzurra, e con Martina Borzì che racconta l’anno d’oro delle “brave ragazze”: le azzurrine che ci hanno regalato per la prima volta due titoli europei nella stessa estate sottolineando anche il bel quinto posto dell’Under 16 che ci spalanca le porte del Mondiale del prossimo anno, traguardo raggiunto anche dall’Under 16 maschile con il bronzo conquistato a Udine.

Questa nuova imperdibile edizione di Basket Magazine, da leggere e collezionare, è al solito arricchita dalle opinioni di Mario Arceri, Fabrizio Pungetti e Gek Galanda, e dalle consuete rubriche di Tony Cappellari, Carlo Fallucca, Francesco Rizzi e Gian Matteo Sidoli. Il poster centrale è dedicato ad Adrian Banks, top scorer della Serie A, le copertine a Milos Teodosic e Jerome Dyson.

Edito da Mediaprint, primo e unico periodico a raccontare il basket a 360°, Basket Magazine è coordinato da Fabrizio Pungetti, con la nuova elegante grafica di Stefano Arciero e Francesca Finotti.

Basket Magazine si può acquistare in edicola o direttamente sul web in edizioni cartacea e digitale, seguendo le indicazioni pubblicate su >www.printstop.it.
Buona lettura.
]]>
Wed, 20 Nov 2019 12:31:00 UTC
<![CDATA[High School BasketLab - Campionato Under 20 Femminile, High School BasketLab-Frecce Romane 139-19 (Rescifina 25) ]]> La squadra del progetto High School BasketLab si è imposta nel campionato Under 20 Femminile contro le Frecce Romane (139-19). La miglior marcatrice della squadra di Giovanni Lucchesi è stata Anna Daria Rescifina con 25 punti.

High School BasketLab-Frecce Romane 139-19
HSBL: Medeot 19, Keshi 24, Rescifina 25, Savatteri 19, Logoh 17, Volpe 10, Varaldi 9, Blasigh 11, Ronchi 5. All. Lucchesi

Le giocatrici del progetto
Arianna Arado (2004, 1.82, A, Amatori Savona)
Vittoria Blasigh (2004, 1.74, P, Sporting Udine)
Valentina Braida (2003, 1.80, Sporting Udine)
Ashley Chinenye Egwoh (2002, 1.85, Lumaka Reggio Calabria)
Promise Nne Dinma Keshi (2003, 1.77, Raptors Basketball Mestrino)
Vittoria Lavinia Lanzilotti (2004, 1.82, A, Milano Basket Stars)
Caterina Logoh (2003, 1.75, Vis Castelfidardo)
Laura Medeot (2003, 1.85, A, Alba Cormons)
Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, Giuseppe Rescifina Messina)
Sara Ronchi (2003, 179, Biassono)
Lucia Adele Savatteri (2001, 1.91, C, Eirene Virtus Ragusa)
Stefania Susca (2004, 1.82, A, I Delfini Monopoli)
Sofia Varaldi Taeko (2003, 1.85, Laposmile Torino)
Sara Volpe (2003, 1.77, Libertas Gym and Basket)

Lo Staff
Delegata al Progetto: Mara Invernizzi
Responsabile Organizzativo: Marco Gatta
Responsabile Tecnico: Giovanni Lucchesi
Assistenti: Davide Malakiano, Angela Adamoli
Team Manager: Carolina Gatta
Staff Medico e Fisioterapico designato dal CONI ]]>
Wed, 20 Nov 2019 10:36:00 UTC
<![CDATA[Provvedimenti disciplinari - Serie A e Serie A2, gare del 16-17 novembre 2019 ]]> Serie A
Nona giornata di andata, gare del 16-17 novembre 2019

PALL. TRIESTE 2004. Ammenda di Euro 1.100,00 per offese collettive frequenti del pubblico verso i tesserati della squadra avversaria e per lancio di oggetti non contundenti (palline di carta) collettivo e frequente, senza colpire.

OPENJOBMETIS VARESE. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri

ORIORA PISTOIA. Ammenda di Euro 900.00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri nonché per cori offensivi diretti alla Lega Basket Serie A

POMPEA BOLOGNA. Ammenda di Euro 1.000,00 per offese collettive frequenti del pubblico verso la squadra Virtus Bologna.

DE'LONGHI APPLIANCES TREVISO. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri.


Serie A2
Ottava giornata di andata, gare del 16-17 novembre 2019


Girone EST
FELI PHARMA FERRARA. Ammenda di Euro 1.100,00 per offese e minacce collettive frequenti del pubblico agli arbitri


Girone OVEST
M RINNOVABILI AGRIGENTO. Ammenda di Euro 500,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri.

M RINNOVABILI AGRIGENTO . Ammenda di Euro 450,00 per invasione pacifica del campo di gioco, a fine gara. ]]>
Mon, 18 Nov 2019 14:01:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Istruttore Minibasket aggredito in Provincia di Varese. Pieno appoggio e ferma condanna dell’accaduto ]]> La Federazione Italiana Pallacanestro è vicina a Roberto Guali, istruttore Minibasket che nello scorso weekend è stato aggredito e picchiato da uno dei genitori dei bambini che allena. La ferma condanna va a ogni episodio di violenza e intolleranza sui campi di basket in particolare, nello sport e nella vita in senso più ampio. Il pieno appoggio va a Roberto, il quale come moltissime altre ragazze e ragazzi ogni giorno profonde passione sui campi da basket ispirando i più giovani attraverso la pratica sportiva.

Nei prossimi giorni il Responsabile Tecnico del Settore Minibasket Maurizio Cremonini farà visita al Basket 2000 Ponte Tresa (Luino, Varese), società di Roberto Guali, per esprimere in maniera tangibile la vicinanza della Fip al proprio istruttore e soprattutto per ribadire quelli che da sempre sono i valori che la Federazione intende trasmettere ai propri tesserati e soprattutto ai ragazzi. Valori che parlano di tolleranza, rispetto per le regole, rispetto per i propri compagni e per i propri avversari, integrazione e diritto dei bambini a vivere lo sport come divertimento e occasione di crescita.

La Federazione Italiana Pallacanestro, altresì, sarà vicina a coach Guali offrendo sostegno legale e verificando tutte le possibili iniziative volte a tutelare l’immagine della Fip stessa.
]]>
Mon, 18 Nov 2019 11:02:00 UTC
<![CDATA[High School BasketLab - Campionato A2 Femminile, ottava giornata: HSBL-Faenza 35-95 (Rescifina 8) ]]> Nell'ottava giornata del campionato di A2 Femminile, la squadra del progetto federale High School BasketLab è stata battuta dalla E-Work Faenza 35-95. La miglior marcatrice per HSBL, che oggi non poteva schierare le infortunate Arado ed Egwoh, è stata Anna Daria Rescifina con 8 punti.

High School Basket Lab - E-Work Faenza 35 - 95 (8-23, 21-52, 27-69, 35-95)
HIGH SCHOOL BASKET LAB: Logoh* 4 (2/5, 0/3), Blasigh* 4 (0/2, 1/5), Ronchi* 6 (2/7, 0/3), Varaldi*, Susca 2 (0/2 da 3), Braida, Volpe, Lanzilotti 2 (1/2 da 2), Savatteri* 2 (1/4 da 2), Keshi NE, Medeot 7 (2/2 da 2), Rescifina 8 (1/5, 2/4). Allenatore: Lucchesi G.
Tiri da 2: 9/30 - Tiri da 3: 3/19 - Tiri Liberi: 8/12 - Rimbalzi: 36 8+28 (Logoh 6) - Assist: 6 (Ronchi 3) - Palle Recuperate: 8 (Ronchi 3) - Palle Perse: 51 (Rescifina 12)

E-WORK FAENZA: Franceschelli* 13 (5/7, 0/1), Chiabotto 7 (3/5 da 2), Dell'Olio, Schwienbacher* 8 (0/3, 2/2), Franceschini* 11 (4/6, 1/1), Morsiani* 4 (2/8 da 2), Ballardini 10 (3/3, 1/1), Baldi 2 (1/5 da 2), Soglia* 25 (11/15 da 2), Meschi, Brunelli 15 (4/9, 0/2). Allenatore: Rossi.
Tiri da 2: 33/65 - Tiri da 3: 4/10 - Tiri Liberi: 17/23 - Rimbalzi: 41 11+30 (Soglia 10) - Assist: 17 (Franceschelli 4) - Palle Recuperate: 34 (Franceschelli 7) - Palle Perse: 21 (Chiabotto 5)
Arbitri: Vastarella G., Fiore A.

San Salvatore Selargius - RR Retail Galli San Giovanni Valdarno 56 - 62
Belli 1967 Viterbo - La Bottega del Tartufo Umbertide 53 - 78
Fe.Ba. Civitanova Marche - CA Carispezia Cestistica Spezzina 48 - 58
High School Basket Lab - E-Work Faenza 35 - 95
Cus Cagliari - Jolly Acli Livorno 57 - 52
Nico Basket Femm.-Farmacia del Tricolle Basket Ariano Irpino

Rinviata
La Molisana Campobasso - Gruppo Stanchi Athena Roma
Riposa: Virtus Surgical Cagliari

CLASSIFICA: La Molisana Campobasso* 14, Carispezia Cestistica Spezzina 12, E-Work Faenza 10, Farmacia del Tricolle Basket Ariano Irpino* 10, La Bottega del Tartufo Umbertide 10, Cus Cagliari 10, RR Retail Galli San Giovanni Valdarno 8, Nico Basket Femm.* 8, San Salvatore Selargius 6, Virtus Surgical Cagliari 6, Fe.Ba. Civitanova Marche 6, Belli 1967 Viterbo 4, Jolly Acli Livorno 4, Gruppo Stanchi Athena Roma* 0, High School Basket Lab 0

*una partita in meno
]]>
Sun, 17 Nov 2019 22:26:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Coppe. Doppio turno per Milano. Col Maccabi sarà Meneghin Night. Trasferte delicate tra BCL e Eurocup ]]> E' di nuovo tempo di Coppe. Doppio turno per Milano. Ancora ferma l'Euroleague Women.

Eurolega
Doppio turno casalingo per l’Armani Milano, che nel giro di tre giorni proverà a sfruttare il calore del Forum per avere la meglio su Maccabi ed Efes. Serata particolarissima quella di martedì 19 novembre, perché nell’intervallo del match verrà ritirata la maglia numero 11 di Dino Meneghin, leggenda non solo dell’Olimpia ma di tutta la pallacanestro italiana. Sia il Maccabi sia l’Efes sono in testa alla classifica dell’Eurolega proprio come Milano (6/2). Doppio impegno difficilissimo dunque per la squadra di Messina.

Basketball Champions League
Sfida interessantissima quella che attende Sassari sul campo dell’UNET Holon. In Israele è scontro tra la prima e la seconda del girone A. Con una vittoria, i sardi metterebbero una bella ipoteca sul passaggio del turno.

Vincere. E’ l’imperativo dell’Happy Casa per questo turno di Champions League. A Brindisi arrivano gli ungheresi del Falco. Due punti sarebbero fondamentali per staccare le ultime due posizioni e continuare la corsa ai primi 4 posti.

Eurocup
Con le Top16 già in tasca e col primato solitario nel gruppo A (6/1), la Virtus Bologna fa visita ad Andorra. Gli uomini di Djordjevic, sempre più in testa anche in Serie A, mirano a mantenere una vittoria di vantaggio sul Promitheas, anch’esso già qualificato ma con un record di 5/2.

La trasferta di Bursa potrebbe valere, per Venezia, la qualificazione alle Top 16 con due turni di anticipo. Non sarà semplice, anche per le ambizioni dei padroni di casa, ma la Reyer vista in Europa sa sorprendere e non vuole interrompere la corsa.

Trasferta sulla carta agevole per Brescia, che in casa dell’Olimpia Lubiana cerca punti preziosi per rimanere aggrappata al quarto posto, l’ultimo utile per agguantare le Top16.

Molto complicata la posizione di Trento, attualmente fuori dalle prime quattro nel gruppo D. La trasferta di Oldenburg sembra l’ultima spiaggia dopo la doppia sconfitta casalinga con Buducnost e Cremona. I giochi, però, non sono ancora fatti.
]]>
Sun, 17 Nov 2019 20:05:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Io sono leggenda. L'Olimpia ritira la 11 di Meneghin. Omaggio a Dino, il più grande di sempre ]]> Il più grande. Senza ombra di dubbio e senza timore di smentita. Non si offenda nessuno.
Dino Meneghin è stato il più grande giocatore di basket italiano. Non è un monumento, perché come dice lui “sui monumenti si posano i piccioni”. E’ stato ed è uno dei simboli più riconoscibili della nostra pallacanestro, uno che ancora oggi viene riconosciuto, fermato per un autografo, in ogni parte del mondo. Dalla Muraglia cinese fino a Lourdes (vero!).

204 centimetri, centro. Numeri e parole di cui oggi avremmo un disperato bisogno ed è ironico che l’icona del basket italiano sia stato un grandissimo nel ruolo nel quale da 20 anni facciamo un po' fatica. Lui l’ha ricoperto in Serie A per 28 anni consecutivi, sempre da protagonista e sempre duellando con i migliori della sua epoca.

Lo ha fatto alla Ignis Varese, squadra rimasta nell’immaginario collettivo come una delle più vincenti di sempre: 7 Scudetti, 5 Coppe Campioni (10 finali consecutive), 2 Coppe Intercontinentali, 2 Coppe delle Coppe, 4 Coppe Italia. Un’epopea vissuta al fianco di giocatori come Ossola, Morse, Flaborea, Yelverton, Zanatta e Raga. Sotto la guida di allenatori come Aza Nikolic, Nico Messina e Sandro Gamba. Enciclopedia del basket messa insieme dalla famiglia Borghi.

Dal 1981 al 1990 gioca con l’Olimpia Milano, e anche qui è storia: 5 Scudetti, 2 Coppe dei Campioni, 1 Coppa Intercontinentale, 2 Coppe Italia. Un’altra epopea, quella della Billy, della Simac, della Tracer, della Philips. Con Dino ci sono D’Antoni e McAdoo e in panca siede quel genio di Dan Peterson. Un vanto per l’Italia. E per la Nazionale, di cui Dino è stato, è e sarà uno dei più grandi in assoluto. In Azzurro esordisce nel 1966: 271 presenze e 2833 punti (secondo assoluto in tutte e due le classifiche). Quanto ha inciso con la scritta Italia sul petto?
Argento alle Olimpiadi del 1980 a Mosca, Oro agli Europei di Nantes nel 1983 e Bronzo agli Europei di Germania 1971 e Belgrado 1975. C’era a Monaco nel ’72, a Montreal nel ’76 e a Los Angeles nell’84. Ha fatto anche in tempo a giocare una partita con il figlio Andrea, altro talento mica da ridere.
Smessi i panni del giocatore, è stato Team Manager della Nazionale, Commissario Straordinario e poi Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (oggi Presidente Onorario). Ha ricoperto incarichi di rilievo in FIBA. Tranne allenare, si può dire che abbia fatto davvero tutto nel basket, compreso il testimonial, il faro, il mito grazie al quale l’Italia del basket è diventata famosa in tutto il mondo. Persino negli Stati Uniti, quando l’NBA ne fece il primo italiano della storia ad essere scelto (Atlanta). Dino non attraverserà mai l’oceano, causa infortunio, ma la sua fama si: nel 2003 è stato inserito nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame. Leggenda.
]]>
Sun, 17 Nov 2019 17:35:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2021 Qualifiers, a Gentofte Danimarca-Italia 72-82 (Zandalasini 22) ]]> Dopo il ko interno con la Repubblica Ceca, la Nazionale Femminile è tornata al successo nel secondo impegno degli EuroBasket Women 2021 Qualifiers. Le Azzurre hanno battuto la Danimarca 82-72 a Gentofte, sobborgo di Copenaghen, al termine di una partita molto equilibrata e decisa nel finale dai canestri di Zandalasini e Sottana.

La miglior marcatrice Azzurra è stata Cecilia Zandalasini con 22 punti, 21 per Giorgia Sottana e 13 per Olbis Andrè Futo.

Nell'altra sfida del girone D la Repubblica Ceca ha battuto la Romania 60-59 e ora è capolista solitaria del gruppo.

L'appuntamento per i successivi impegni dei Qualifiers è fissato a novembre 2020 dal momento che la finestra di Febbraio 2020 non verrà giocata perché concomitante col torneo Pre-olimpico.

A Gentofte è stata la prima volta in Azzurro per Samantha Ostarello, a pochi giorni dall'esordio con la Senior di Sara Madera. Alla partita ha assistito l'Ambasciatore italiano in Danimarca Luigi Ferrari, che a fine partita si è complimentato con le Azzurre.

Così Coach Capobianco. "Non era una partita facile e lo sapevamo, perché la Danimarca è una squadra di grande energia e che si esalta in velocità e col tiro da fuori. Peccato per le disattenzioni degli ultimi minuti, quando abbiamo concesso tre triple in altrettanti possessi e abbiamo rischiato di riaprire una partita che sembrava chiusa. Dopo Cagliari le ragazze avevano perso la fiducia al tiro, sono contento che anche da questo punto di vista ci sia stata una reazione. Dedico questa vittoria a Martina Crippa e a Irene, una ragazza di Fermo che ho visto giocare recentemente e che in questi giorni sta affrontando una partita molto delicata".

Capobianco ha scelto per il quintetto iniziale Dotto, Sottana, Zandalasini, Cinili e Bestagno. I 2.000 spettatori dell'Arena di Gentofte hanno spinto la Danimarca, che ha iniziato la partita con un'energia straordinaria sui due lati del campo. Tryggedsson ha spinto le padrone di casa sul +4 (18-14), Zandalasini e Bestagno hanno firmato il parziale Azzurro (10-0, 18-24) di fine primo quarto.

L'Italia ha continuato a soffrire in difesa (5/10 per la Danimarca al 15') ma ha iniziato a trovare il canestro con regolarità e così, con Sottana grande protagonista del break, le Azzurre hanno allungato fino al 32-45 e poi hanno mantenuto un vantaggio in doppia cifra fino all'intervallo (38-47).

Nel terzo quarto le Azzurre hanno controllato il punteggio senza però riuscire mai a trovare l'allungo in grado di chiudere definitivamente il conto e così agli ultimi 10 minuti la Danimarca si è affacciata sul -13 (51-64).

Il gioco da tre punti di Dotto ci ha illuso a 3 minuti dalla fine (59-73) ma la Danimarca non ha mollato e con una serie incredibile di canestri dall'arco è tornata a spaventarci sul 72-76, con poco più di un minuto da giocare. Provvidenziali sono stati i canestri di Zandalasini e Sottana, sua la tripla dall'angolo del definitivo 72-82. A fine partita la stessa Sottana ha voluto dedicare la vittoria, a nome di tutta la squadra, a Martina Crippa, vittima di un grave infortunio al ginocchio durante la partita contro la Repubblica Ceca.

Danimarca-Italia 72-82 (18-24; 20-23; 13-17; 21-18)
Danimarca: Okosun, Hesseldal 9 (2/11, 1/2), Sheikh 9 (0/2, 2/2), Formann, Piechnik (0/1, 0/2), Tryggedsson 18 (3/3, 4/9), Seilund 10 (1/4, 2/2), Jespersen 14 (4/10, 1/4), Ryder 8 (1/1, 1/4), Hee 2 (1/4), Svanholm, Mortensen 2 (1/2). All. Krone
Italia: Gorini, Sottana 21 (4/7, 4/10), Zandalasini 22 (5/9, 4/7), Dotto 7 (1/1, 1/3), Keys, Bestagno 8 (3/5), Cinili 4 (1/1, 0/2), Consolini (0/1), Ostarello 2 (1/2, 0/3), Andrè 13 (6/9), Penna 2 (1/2), Carangelo 3 (1/2 da tre). All. Capobianco
Arbitri: Marek Kukelcik (Slovacchia), Vals Selkee (Finlandia), Emma Perry (Irlanda)
Fallo tecnico a Bestagno al 37' 32".

Il tabellino della prima gara
Italia-Repubblica Ceca 52-62 (19-16; 29-33; 41-44)
Italia: Keys 2 (1/6, 0/1), Romeo 2 (0/2, 0/1), Bestagno 10 (3/6, 1/1), Gorini, Sottana 4 (2/5, 0/4), Zandalasini 16 (7/14 ,0/4), Dotto 13 (3/7, 2/6), Crippa (0/1), Madera (0/1), Cinili 3 (0/1, 1/3), Futo, Penna 2 (1/5). All. Capobianco.
Repubblica Ceca: Brezinova 7 (3/5), Vaughn 11 (5/9), Stepanova (0/2), Hejdova 8 (1/1, 2/6), Zaplatova (0/5, 0/1), Bartakova 6 (2/4), Adamkova ne, Elhotova 9 (3/6, 1/2), Vyoralova, Pochobradska 2 (1/1), Vorackova 4 (2/2, 0/2), Reisingerova 15 (6/11). All. Svitek.
Spettatori: 2000.
Arbitri: Jasmina Juras (Serbia), Jelena Tomic (Croazia), Boris Krejic (Slovenia)
Commissioner FIBA: Vasiliki Beskaki (Grecia)

Il Calendario
14 novembre 2019
Italia-Repubblica Ceca 52-62; Romania-Danimarca 70-55

17 novembre 2019
Danimarca-Italia 72-82; Repubblica Ceca-Romania 60-59

Classifica: Repubblica Ceca 4; Romania, Italia 2; Danimarca 0.

12 novembre 2020
Romania-Italia; Repubblica Ceca-Danimarca

15 novembre 2020
Repubblica Ceca-Italia; Danimarca-Romania

4 febbraio 2021
Italia-Danimarca; Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021
Italia-Romania; Danimarca-Repubblica Ceca


EuroBasket Women 2019 Qualifiers, la formula
Le 33 squadre sono state divise in 9 Gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all'Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni Gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.

Tutti i Gironi
Girone A: Islanda, Slovenia, Grecia, Bulgaria
Girone B: Israele, Svezia, Montenegro
Girone C: Russia, Svizzera, Bosnia Erzegovina, Estonia
Girone D: ITALIA, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca
Girone E: Serbia, Lituania, Turchia, Albania
Girone F: Polonia, Gran Bretagna, Bielorussia
Girone G: Belgio, Portogallo, Ucraina, Finlandia
Girone H: Paesi Bassi, Ungheria, Slovacchia
Girone I: Germania, Lettonia, Croazia, Macedonia del Nord ]]>
Sun, 17 Nov 2019 16:55:00 UTC
<![CDATA[High School BasketLab - A2 Femminile, oggi alle 18.30 HSBL-Faenza nell'impianto della Stella Azzurra. Diretta sul canale Youtube FIP ]]> Domenica 17 novembre torna in campo la squadra del progetto High School BasketLab, in campo nell'impianto della Stella Azzurra per l'ottava giornata del campionato di A2 Femminile, girone Sud.

Alle ore 18.30 la squadra allenata da Giovanni Lucchesi affronta Faenza (diretta sul canale YouTube Italbasket). Non saranno della partita Arianna Arado e Ashley Egwoh, ferme per infortunio.

Le giocatrici del progetto
Arianna Arado (2004, 1.82, A, Amatori Savona)
Vittoria Blasigh (2004, 1.74, P, Sporting Udine)
Valentina Braida (2003, 1.80, Sporting Udine)
Ashley Chinenye Egwoh (2002, 1.85, Lumaka Reggio Calabria)
Promise Nne Dinma Keshi (2003, 1.77, Raptors Basketball Mestrino)
Vittoria Lavinia Lanzilotti (2004, 1.82, A, Milano Basket Stars)
Caterina Logoh (2003, 1.75, Vis Castelfidardo)
Laura Medeot (2003, 1.85, A, Alba Cormons)
Anna Daria Rescifina (2003, 1.79, Giuseppe Rescifina Messina)
Sara Ronchi (2003, 179, Biassono)
Lucia Adele Savatteri (2001, 1.91, C, Eirene Virtus Ragusa)
Stefania Susca (2004, 1.82, A, I Delfini Monopoli)
Sofia Varaldi Taeko (2003, 1.85, Laposmile Torino)
Sara Volpe (2003, 1.77, Libertas Gym and Basket)

Lo Staff
Delegata al Progetto: Mara Invernizzi
Responsabile Organizzativo: Marco Gatta
Responsabile Tecnico: Giovanni Lucchesi
Assistenti: Davide Malakiano, Angela Adamoli
Team Manager: Carolina Gatta
Staff Medico e Fisioterapico designato dal CONI ]]>
Sun, 17 Nov 2019 08:55:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2021 Qualifiers, oggi a Gentofte Danimarca-Italia (ore 15.30). Consolini si aggrega al gruppo ]]> Dopo aver fatto ritorno a Roma, la Nazionale Femminile ha viaggiato alla volta di Copenaghen per poi trasferirsi a Gentofte (circa 30 chilometri dalla Capitale) dove oggi alle 15.30 affronta la Danimarca nel secondo impegno degli EuroBasket Women 2021 Qualifiers (diretta sul canale YouTube della FIBA).

Martina Crippa, che al PalaPirastu ha riportato la rottura del legamento crociato e del collaterale mediale, questa mattina è tornata a casa mentre al gruppo si è aggregata Chiara Consolini. Valeria De Pretto, Sara Madera, Elisa Ercoli e Nicole Romeo sono state autorizzate a lasciare il raduno.

A Gentofte è la prima volta in Azzurro per Samantha Ostarello, a pochi giorni dall'esordio con la Senior di Sara Madera. La prima uscita delle Azzurre non è stata positiva, dopo il 52-62 di Cagliari con la Repubblica Ceca è fondamentale rimettersi in piedi e ottenere un successo con la Danimarca, che giovedì è stata superata dalla Romania (70-55). Domani alle 18.00 la Repubblica Ceca ospita proprio la Romania nell'altra sfida del girone D.

Così Coach Capobianco. "Non possiamo e non vogliamo sottovalutare questo impegno, la Danimarca è alla sua prima esperienza ad alto livello ma ha già dimostrato in Romania di poter stare in campo anche con formazioni più conosciute della pallacanestro europea. Rispetto a Cagliari dovremo pulire il nostro attacco, sarà fondamentale controllare il ritmo contro una squadra che gioca con un'intensità spaventosa e con grande entusiasmo. La Danimarca ama correre in contropiede e vive di parziali, in Romania hanno sfiorato il 40% da tre punti. Squadra da prendere con le molle, quindi. Andiamo a Copenaghen con la giusta concentrazione".

Per la Danimarca, che lo scorso anno ha vinto l'Europeo dei piccoli Stati, si tratta della prima partecipazione ad un EuroBasket Women Qualifiers. Nell'estate 2019 la Danimarca ha anche giocato nella Division A dell'Europeo Under 20 poi vinto dall'Italia, salvandosi all'ultima giornata. A conferma che la pallacanestro femminile danese è in forte crescita, testimoniata anche dal numero rilevante di atlete che giocano o hanno giocato nel campionato NCAA.

Solo vittorie dell'Italia nei 3 precedenti con la Danimarca: l'ultima sfida risale al 1970, ad Ancona (57-40).

EuroBasket 2021 Qualifiers, Gentofte
Danimarca-Italia (ore 15.30, diretta sul canale YouTube FIBA)
Danimarca
0 Julianna Okosun ('01, 1.93, Centro)
1 Emilie Hesseldal ('90, 1.86, Centro)
3 Frida Formann ('01, 1.80, Guardia)
4 Line Piechnik ('90, 1.71, Playmaker)
5 Ida Tryggedsson ('90, 1.76, Guardia)
8 Anna Seilund ('93, 1.75, Playmaker)
9 Ena Viso ('93, 1.79, Ala)
10 Maria Jespersen ('94, 1.83, Ala)
11 Grift Ryder ('92, 1.73, Guardia)
12 Anne Hee ('92, 1.83, Ala)
15 Lena Svanholm ('98, 1.98, Ala)
33 Sarah Mortensen ('97, 1.85, Guardia-Ala)
Alla. Jesper Krone

Italia
6 Gaia Gorini (’92, 1.81, Playmaker, Umana Reyer Venezia)
7 Giorgia Sottana (’88, 1.75, Guardia, Flammes Carolo, FRA)
9 Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, Ala, Fenerbahce, TUR)
10 Francesca Dotto (’93, 1.70, Playmaker, Famila Schio)
18 Jasmine Keys (’97, 1.90, Ala, Famila Schio)
19 Martina Bestagno ('90, 1.89, Centro, Umana Reyer Venezia)
23 Sabrina Cinili (’89, 1.91, Ala, Famila Schio)
24 Chiara Consolini ('88, 1.84, Guardia, Passalacqua Ragusa)
32 Samantha Marie Ostarello ('91, 1.88, Ala, San Martino di Lupari)
33 Olbis Andrè Futo (’98, 1.86, Centro, Famila Schio)
41 Elisa Penna (’95, 1.91, Ala, Umana Reyer Venezia)
99 Debora Carangelo ('92, 1.69, Playmaker, Umana Reyer Venezia)
All. Andrea Capobianco

Arbitri: Marek Kukelcik (Slovacchia), Vals Selkee (Finlandia), Emma Perry (Irlanda)

Il tabellino della prima gara
Italia-Repubblica Ceca 52-62 (19-16; 29-33; 41-44)
Italia: Keys 2 (1/6, 0/1), Romeo 2 (0/2, 0/1), Bestagno 10 (3/6, 1/1), Gorini, Sottana 4 (2/5, 0/4), Zandalasini 16 (7/14 ,0/4), Dotto 13 (3/7, 2/6), Crippa (0/1), Madera (0/1), Cinili 3 (0/1, 1/3), Futo, Penna 2 (1/5). All. Capobianco.
TL: 6/13, RD: 20, RA: 15, RT: 35, ASS: 16
Repubblica Ceca: Brezinova 7 (3/5), Vaughn 11 (5/9), Stepanova (0/2), Hejdova 8 (1/1, 2/6), Zaplatova (0/5, 0/1), Bartakova 6 (2/4), Adamkova ne, Elhotova 9 (3/6, 1/2), Vyoralova, Pochobradska 2 (1/1), Vorackova 4 (2/2, 0/2), Reisingerova 15 (6/11). All. Svitek.
TL: 7/8, RD: 35, RA: 12, RT: 47, ASS: 23
Spettatori: 2000.
Arbitri: Jasmina Juras (Serbia), Jelena Tomic (Croazia), Boris Krejic (Slovenia)
Commissioner FIBA: Vasiliki Beskaki (Grecia)

Il Calendario
14 novembre 2019
Italia-Repubblica Ceca 52-62; Romania-Danimarca 70-55
Classifica: Repubblica Ceca, Romania 2; Italia, Danimarca 0.

17 novembre 2019
Danimarca-Italia (Gentofte, ore 15.30); Repubblica Ceca-Romania (ore 18.00)

12 novembre 2020
Romania-Italia; Repubblica Ceca-Danimarca

15 novembre 2020
Repubblica Ceca-Italia; Danimarca-Romania

4 febbraio 2021
Italia-Danimarca; Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021
Italia-Romania; Danimarca-Repubblica Ceca


EuroBasket Women 2019 Qualifiers, la formula
Le 33 squadre sono state divise in 9 Gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all'Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni Gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.

Tutti i Gironi
Girone A: Islanda, Slovenia, Grecia, Bulgaria
Girone B: Israele, Svezia, Montenegro
Girone C: Russia, Svizzera, Bosnia Erzegovina, Estonia
Girone D: ITALIA, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca
Girone E: Serbia, Lituania, Turchia, Albania
Girone F: Polonia, Gran Bretagna, Bielorussia
Girone G: Belgio, Portogallo, Ucraina, Finlandia
Girone H: Paesi Bassi, Ungheria, Slovacchia
Girone I: Germania, Lettonia, Croazia, Macedonia del Nord ]]>
Sat, 16 Nov 2019 10:04:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - Il saluto del presidente del CONI Giovanni Malagò al presidente Petrucci e alla Nazionale Femminile ]]> Il presidente del CONI Giovanni Malagò, insieme al presidente della FIP Giovanni Petrucci, ha incontrato oggi la Nazionale Femminile nel Centro Sportivo dell'Acqua Acetosa, alla presenza anche delle ragazze del progetto High School BasketLab.

Il Presidente Petrucci ha preso la parola per primo. "Sono molto contento che il presidente Malagò vi abbia voluto incontrare oggi. Nei mesi scorsi è stato scritto e detto che tra me e lui ci sono stati problemi di rapporto, in realtà sono un amico della famiglia Malagò da 35 anni e la sua è una famiglia da sempre molto vicina alla pallacanestro. Ieri con la Repubblica Ceca non è andata bene ma abbiamo perso solo la prima partita eavremo tempo per riflettere sugli errori commessi, la qualificazione è ancora ampiamente alla nostra portata. Voglio salutare Martina Crippa, che ieri si è infortunata gravemente al ginocchio. Sono contento che a questo incontro partecipino anche le ragazze di High School BasketLab, sappiamo che a livello Giovanile Femminile siamo primi in Europa e semmai dobbiamo interrogarci sui motivi per i quali a livello Senior non sappiamo più ottenere risultati".

Il presidente del CONI ha salutato le Azzurre ricordando la propria straordinaria passione per la pallacanestro. "Sono innamorato da sempre di tutti gli sport ma al basket mi lega un amore speciale, che ho iniziato a coltivare prima al liceo De Merode di Roma e poi anche nella carriera di dirigente sportivo che mi ha portato anche a diventare presidente della Virtus Roma. Tra me e Gianni Petrucci c'è un rapporto di amicizia sincero, questa mattina mi ha telefonato e insieme abbiamo analizzato la vostra sconfitta di ieri. So che avete grande potenzialità, so che a livello Giovanile il materiale e il talento non mancano, insomma non vi manca nulla per puntare in alto. Dovete andare a Parigi 2024, perché il basket Femminile manca da troppo tempo dalle Olimpiadi. Dopo la partita di domenica in Danimarca so che per un anno non avrete partite ufficiali: ecco, prendiamoci questo periodo per investire in idee, progetti, per seminare qualcosa che raccoglieremo più avanti. Proviamo a costruire insieme una nuova progettualità, intanto un ringraziamento sincero a voi e alla Federazione per questo incontro".
]]>
Fri, 15 Nov 2019 18:05:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Lo sport di tutti, il programma promosso da Sport e Salute ]]> Sport di tutti è un programma per favorire la pratica sportiva, è un modello d’intervento sportivo e sociale, che mira ad abbattere le barriere economiche di accesso allo sport e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla comunità.

L’obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita attiva tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui.

Sport di tutti è promosso da Sport e salute S.p.A. in collaborazione con gli Organismi Sportivi e si rivolge in questa prima fase a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni.

Sport di tutti Edizione YOUNG
Un percorso sociale, sportivo ed educativo con attività sportiva pomeridiana gratuita offerta ai ragazzi dai 5 ai 18 anni attraverso una rete capillare di associazioni e società sportive dilettantistiche che operano sul territorio.
Ha l’obiettivo di:
- garantire il diritto allo sport per ragazzi e famiglie in condizioni di svantaggio economico;
- incoraggiare i ragazzi a svolgere attività fisica;
- supportare le associazioni e le società sportive dilettantistiche;
- offrire servizi alla comunità di riferimento.

Un modello di intervento che intende supportare l’associazionismo sportivo di base, con attenzione alle ASD/SSD che svolgono attività di carattere sociale sul territorio.

Il progetto in sintesi:
- 2 ore a settimana di attività per la durata di 20 settimane;
- programma di attività diversificato per fasce d’età;
- dai 5 agli 8 anni: attività motoria di base;
- dai 9 ai 14 anni: attività polivalente, pre-sportiva e attività sportiva;
- dai 15 ai 18 anni: attività sportiva;
- copertura assicurativa per infortuni a tutti i partecipanti;
- presenza di un Operatore di sostegno al fianco del Tecnico sportivo, in caso di situazioni di disabilità;
- servizio di navetta, nei casi di difficile raggiungimento degli impianti sportivi
con mezzi pubblici, ed espressamente autorizzati dalle Strutture Territoriali;
- fornitura di attrezzature sportive per le ASD/SSD partecipanti (con un minimo di 10 ragazzi)

Quali sono i requisiti per la candidatura delle ASD/SSD? Consulta l’avviso pubblico al sito www.sportditutti.it nel quale sono indicati i requisiti necessari per la candidatura:

• iscrizione al Registro CONI valida per l’anno in corso;
• disponibilità di impianto dotato di attrezzature adeguate per svolgere l’attività sportiva;
• esperienze di attività sportiva nel settore giovanile, registrata presso un organismo sportivo di affiliazione;
• presenza di istruttori in possesso di laurea in Scienze Motorie o diploma ISEF, o di tecnici federali di 1° livello, in numero adeguato per garantire lo svolgimento dell’attività sportiva.

Le ASD/SSD riceveranno € 5 a partecipante alla settimana, fino a 20 settimane, a titolo di contributo per l’erogazione dell’attività sportiva di 2 ore a settimana per bambino o ragazzo e una fornitura di attrezzature sportive del valore di € 300 iva inclusa, adeguata alle attività sportive delle ASD/SSD e alle fasce di età dei bambini/ragazzi partecipanti.

Le ASD/SSD interessate potranno presentare la candidatura dal 12 novembre fino alle ore 16 del 4 dicembre 2019 al seguente link: http://area.sportditutti.it

Gli ulteriori dettagli e gli step di candidatura sono consultabili sull’avviso pubblico e sul sito internet di progetto www.sportditutti.it
]]>
Fri, 15 Nov 2019 17:03:00 UTC
<![CDATA[Libri - Insegnare la Pallacanestro a scuola. Easybasket anche per le scuole superiori. ]]> Insegnare la Pallacanestro a scuola è uno strumento didattico, un manuale cioè, di EasyBasket per gli studenti della scuola secondaria superiore di primo grado. Accompagna gli studenti, e gli insegnanti, nella conoscenza dei primi, semplici rudimenti tecnici della nostra disciplina sportiva e, con le regole semplificate al massimo, li mette in grado di giocare subito a pallacanestro a scuola.

Edito da Calzetti & Mariucci Editori, il libro è stato realizzato da Maurizio Cremonini, Roberta Regis e Lucio Bortolussi, componenti dello staff tecnico Minibasket e Scuola della FIP, con il contributo del dott. Guido Marcangeli. Insegnare la Pallacanestro a scuola propone l'EasyBasket oltre il suo alveo naturale di quella che una volta era chiamata la scuola elementare e per cui è nato oltre vent'anni fa

"Questo testo è la migliore dimostrazione del successo di EasyBasket negli anni -afferma il presidente FIP Giovanni Petrucci- Sono stati proprio gli insegnati delle scuole secondarie superiori a chiedere ai nostri esperti ed autori questo libro. Gli hanno chiesto di fornire indicazioni con cui lavorare per presentare nella maniera più facile e formativa la pallacanestro a tutti quegli studenti, dai dodici anni in su, che magari non ci hanno mai giocato".

“C’è chi vede il mondo della scuola come una superficiale attività di marketing e pensa che sia sufficiente ‘farsi vedere’ perché accada qualcosa –spiega il tecnico federale Maurizio Cremonini- Sul versante opposto, c’è chi cerca dialogo, relazione e condivisione. Il nostro impegno è rivolto a chi è in linea con il secondo modus operandi, a di trovare un ponte che sappia unire l’attività quotidiana delle società sportive e la scuola secondaria di primo e secondo grado, provando a recuperare voglia e desiderio dei ragazzi e delle ragazze di mettersi in gioco, aiutati nell’attraversamento di quel ponte da insegnanti motivati e competenti”.

Il manuale prevede una parte teorica introduttiva, nella quale vengono sinteticamente descritti i riferimenti culturali e scientifici che sostengono la metodologia esposta, e una parte pratica che offre agli insegnanti esempi di attività per le diverse classi. Gli esercizi e i giochi proposti sono corredati da illustrazioni che ne rendono agevole la comprensione. Per alcuni esercizi inoltre, è previsto il collegamento a video esplicativi tramite il sistema QR Code.

"Noi siamo partiti dal gioco -conclude Cremonini- convinti che l'approccio ludico fosse quello vincente. Speriamo di portare qualche altro bambino e qualche altra bambina ad appassionarsi al nostro sport. In questo senso, quest'anno abbiamo lanciato l'hashtag #minibasketforlife perché vorremmo che si iniziasse a giocare a pallacanestro da bambini e poi non si smettesse più".

Per realizzare Insegnare al Pallacanestro a scuola gli autori si sono avvalsi della collaborazioni dei ragazzi e delle ragazze del della scuola secondaria di primo grado "Donatello" di Ancona. A tutti loro, agli insegnanti e al dirigente scolastico un grande ed affettuoso ringraziamento.




Insegnare la Pallacanestro a scuola
a cura di Maurizio Cremonini, Roberta Regis e Lucio Bortolussi
Calzetti & Mariucci editore
18,00 Euro

info@calzetti-mariucci.it
minibasket@fip.it
]]>
Fri, 15 Nov 2019 14:50:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A maschile - Victoria (Canada), Spalato (Croazia), Kaunas (Lituania) e Belgrado (Serbia) le sedi dei Tornei Pre-Olimpici maschili per Tokyo 2020 ]]> Victoria (Canada), Spalato (Croazia), Kaunas (Lituania) e Belgrado (Serbia). Sono queste le quattro sedi scelte da FIBA per ospitare i Tornei Pre-Olimpici maschili per Tokyo 2020.

Dal 23 al 28 giugno 2020, l’Italia, insieme alle altre 23 Nazionali qualificate per il Pre-Olimpico (16 dalla classifica del Mondiale 2019 più 2 per Regioni FIBA inserite in base al ranking) si giocherà dunque il pass per Tokyo 2020. Già qualificate il Giappone quale Paese ospitante, la Spagna, l’Argentina, la Francia, l’Australia, gli Stati Uniti, la Nigeria e l’Iran.

Le 24 Nazionali saranno divise in quattro Tornei da sei formazioni ciascuno. In ogni torneo, le squadre verranno divise in due gironcini da tre squadre ciascuno con gare di sola andata. Le prime due classificate per ogni gironcino disputeranno le Semifinali e la Finale. La vincitrice di ogni Torneo staccherà il pass per l’Olimpiade di Tokyo 2020.

Nella stessa comunicazione FIBA ha reso note anche le località dei Tornei Pre-Olimpici femminili, ai quali la Nazionale femminile non si è qualificata.

Il Sorteggio per la composizione dei Gironi si svolgerà il prossimo 27 novembre presso la Patrick Baumann House of Basketball di Mies (Svizzera) e sarà trasmessa in live streaming sul canale YouTube FIBA e su Facebook FIBA.



Le squadre che disputeranno i 4 Tornei Pre Olimpici maschili

Europa
Serbia
Repubblica Ceca
Polonia
Lituania
Italia
Grecia
Russia
Germania
Turchia
Slovenia*
Croazia*

America
Brasile
Venezuela
Portorico
Repubblica Dominicana
Canada
Messico*
Uruguay*

Africa
Tunisia
Angola*
Senegal*

Asia-Oceania
Nuova Zelanda
Cina*
Corea del Sud*

*Qualificate via FIBA ranking

Le squadre già qualificate ai Giochi di Tokyo 2020

Giappone (Paese ospitante)
Spagna
Argentina
Francia
Australia
Stati Uniti
Nigeria
Iran
]]>
Fri, 15 Nov 2019 13:47:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Coppe. Cade Milano dopo 6 vittorie di fila. Virtus Bologna alle Top16 di Eurocup con tre turni di anticipo. Bene Sassari in Champions League ]]> Si chiude un'altra settimana di coppe per le formazioni italiane. Il bilancio è ancora positivo e parla di 4 vittorie e 3 sconfitte (Euroleague Women ferma per le prima finestra di qualificazione delle Nazionali a EuroBasket Women 2021).

Eurolega

Si interrompe a sei la striscia consecutiva di vittorie dell’Olimpia Milano. L’Armani cede in trasferta contro il Khimki col punteggio di 87-79 e si vede raggiunta in classifica proprio dai russi (6/2). Privi degli infortunati Gudaitis e Della Valle, gli uomini di Messina chiudono in vantaggio il primo tempo. Nella seconda frazione arriva il black out che permette al Khimkhi di mettere la freccia e sorpassare grazie alla seratona di Shved (24) e Jerebko (19).

Basketball Champions League

Netta vittoria della Dinamo in casa contro Strasburgo (90-67). I sardi, grazie anche ai 13 punti di un ottimo Michele Vitali, si arrampicano in vetta alla classifica del gruppo A insieme ad Ankara. In vantaggio sin dall’inizio, Sassari ha reagito bene alla sconfitta sul filo di lana in campionato contro Venezia agguantando la terza vittoria di fila in Europa.

Brusco stop per Brindisi in casa del PAOK (95-91). Contro i greci, ultimi nel gruppo D, è stata persa una buona occasione ma i giochi sono ancora molto aperti e il match casalingo del prossimo turno contro gli ungheresi del Falco Szombathely sarà decisivo.

Eurocup

Non si ferma la corsa della Virtus Bologna, che battendo anche gli israeliani del Rishon (79-85) conquista le Top 16 con ben tre turni di anticipo. La rimonta dal -17 consente agli uomini di Djordjevic di rimanere in testa al gruppo A (6/1) anche in virtù della sconfitta del Promitheas nel Principato di Monaco. Le V Nere sono il primo club italiano a qualificarsi al secondo turno.

Top16 a un passo anche per la Reyer Venezia, che nonostante le difficoltà che in questi giorni stanno attanagliando la città, doma anche la Lokomotiv Kuban (66-61) di coach Banchi. Dopo il Partizan, un altro scalpo eccellente che vale il primato nel girone (5/2). In doppia cifra Daye (17), Watt e Tonut (10).

Vince con autorità anche Brescia, che in casa batte Badalona 87-83 con le ottime prove di Zerini (12) e Laquintana (11). Ora la Leonessa è al secondo posto in classifica seppure in coabitazione con gli spagnoli e i turchi del Darussafaka. Occasione d’oro nel prossimo turno in trasferta contro Lubiana ultima nel girone.

Scivolone inaspettato per Trento in casa contro il Buducnost Voli Podgorica (69-76). Contro il fanalino di coda del gruppo D, la Dolomiti Energia spreca una grande occasione per avvicinarsi alle Top16. Ora la situazione si complica, visto che per accedere al secondo turno ci sono solo tre posti (Malaga già qualificato). Determinante la prossima trasferta a Oldenburg.


]]>
Thu, 14 Nov 2019 22:08:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2021 Qualifiers, a Cagliari Italia-Repubblica Ceca 52-62 (Zandalasini 16) ]]>
Inizia con una sconfitta il viaggio della Nazionale Femminile verso l'EuroBasket Women che nel 2021 si giocherà in Francia e Spagna: a Cagliari, davanti ai 1800 spettatori che hanno gremito le tribune del PalaPirastu, le Azzurre sono state sconfitte 52-62 dalla Repubblica Ceca.
La nostra miglior marcatrice è stata Cecilia Zandalasini con 16 punti, in doppia cifra anche Francesca Dotto (13) e Martina Bestagno (10).

Domani la squadra si sposta a Roma, sabato il trasferimento a Gentofte (30 chilometri da Copenaghen) dove domenica 17 novembre le Azzurre affrontano la Danimarca alle ore 15.30. Nell'altra sfida del girone D, la Romania ha superato la Danimarca 70-55.

Così Coach Capobianco a fine gara. "Contro una squadra così forte, esperta e atletica, fermare la palla troppe volte è stato un suicidio. Non siamo quasi mai riusciti a giocare la nostra pallacanestro, soffrendo a rimbalzo e faticando a trovare il ritmo che volevamo imprimere alla partita. Ora la strada si complica ma dobbiamo voltare pagina e giocare una grande partita domenica in Danimarca. Il girone è difficile e lo sapevamo, tra un anno proveremo ad andare a vincere in casa della Repubblica Ceca".

Coach Capobianco ha scelto Dotto, Sottana, Zandalasini, Keys e Bestagno per il quintetto iniziale e confortante è stato l'avvio delle Azzurre, brave a monetizzare in attacco con Bestagno e Zandalasini fino al 15-8 di metà primo quarto. Nel momento di difficoltà la squadra di Svitek si è affidata al suo centro Kia Vaughn e la Repubblica Ceca è tornata subito a contatto, per poi mettere il naso avanti per la prima volta sul 19-20.

Nel secondo quarto la partita si è mantenuta in equilibrio ma le Azzurre hanno faticato a trovare la via del canestro (solo 10 punti a referto nel parziale). Al 17' Martina Crippa ha dovuto lasciare il campo per una distorsione al ginocchio destro e nelle ultime azioni prima dell'intervallo la Repubblica Ceca ha allungato fino al 33-29, con Vaughn ed Hejdova grandi protagoniste.

Al rientro in campo le Azzurre hanno mostrato il loro volto migliore, grazie a una difesa attenta ed efficace: il 10-0 che ci ha spinto sul 39-33 dopo 4 minuti è stato opera di Sottana, Keys e dei 5 punti consecutivi di Dotto. Immediata è stata la replica delle ceche, che all'ultimo periodo si sono affacciate sul +3 (41-44).

Il sottomano di Reisingerova è valso per le ceche il +10 (43-53), la tripla di Cinili ci ha illuso ma poi è stata Vaughn a chiudere il conto a 90 secondi dalla fine, con l'appoggio del nuovo +10 esterno (48-58).

A Cagliari Sabrina Cinili ha giocato la partita numero 100 in Maglia Azzurra, prima della partita è stata premiata in campo dal Presidente Petrucci.

Pochi minuti prima della palla a due, la Nazionale Femminile ha rivolto un pensiero affettuoso alla città di Venezia e ai suoi cittadini per le gravi conseguenze che l’emergenza maltempo sta comportando in queste ore, scendendo in campo con lo striscione "FORZA VENEZIA".

Queste le parole del presidente della FIP Giovanni Petrucci. "Un minimo gesto che oggi intendiamo fare per esprimere il nostro affetto a chi sta soffrendo, a una città amata in tutto il mondo. Vogliamo essere solidali anche con chi la rappresenta, ovvero col nostro amico sindaco Brugnaro, al quale siamo vicini affinché la bellezza straordinaria di Venezia possa tornare a risplendere al più presto". Su indicazione del presidente federale, in occasione del prossimo turno di campionato in programma nel week-end, anche tutte le squadre di Serie A e Serie A2 Maschile esprimeranno la propria solidarietà ai cittadini di Venezia duramente colpiti in queste ore.

Italia-Repubblica Ceca 52-62 (19-16; 29-33; 41-44)
Italia: Keys 2 (1/6, 0/1), Romeo 2 (0/2, 0/1), Bestagno 10 (3/6, 1/1), Gorini, Sottana 4 (2/5, 0/4), Zandalasini 16 (7/14 ,0/4), Dotto 13 (3/7, 2/6), Crippa (0/1), Madera (0/1), Cinili 3 (0/1, 1/3), Futo, Penna 2 (1/5). All. Capobianco.
TL: 6/13, RD: 20, RA: 15, RT: 35, ASS: 16
Repubblica Ceca: Brezinova 7 (3/5), Vaughn 11 (5/9), Stepanova (0/2), Hejdova 8 (1/1, 2/6), Zaplatova (0/5, 0/1), Bartakova 6 (2/4), Adamkova ne, Elhotova 9 (3/6, 1/2), Vyoralova, Pochobradska 2 (1/1), Vorackova 4 (2/2, 0/2), Reisingerova 15 (6/11). All. Svitek.
TL: 7/8, RD: 35, RA: 12, RT: 47, ASS: 23
Spettatori: 2000.
Arbitri: Jasmina Juras (Serbia), Jelena Tomic (Croazia), Boris Krejic (Slovenia)
Commissioner FIBA: Vasiliki Beskaki (Grecia)

EuroBasket Women 2019 Qualifiers, la formula
Le 33 squadre sono state divise in 9 Gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all'Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni Gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.

Il Calendario
14 novembre 2019
Italia-Repubblica Ceca 52-62; Romania-Danimarca 70-55
Classifica: Repubblica Ceca, Romania 2; Italia, Danimarca 0.

17 novembre 2019
Danimarca-Italia (Gentofte, ore 15.30); Repubblica Ceca-Romania

12 novembre 2020
Romania-Italia; Repubblica Ceca-Danimarca

15 novembre 2020
Repubblica Ceca-Italia; Danimarca-Romania

4 febbraio 2021
Italia-Danimarca; Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021
Italia-Romania; Danimarca-Repubblica Ceca

Tutti i Gironi
Girone A: Islanda, Slovenia, Grecia, Bulgaria
Girone B: Israele, Svezia, Montenegro
Girone C: Russia, Svizzera, Bosnia Erzegovina, Estonia
Girone D: ITALIA, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca
Girone E: Serbia, Lituania, Turchia, Albania
Girone F: Polonia, Gran Bretagna, Bielorussia
Girone G: Belgio, Portogallo, Ucraina, Finlandia
Girone H: Paesi Bassi, Ungheria, Slovacchia
Girone I: Germania, Lettonia, Croazia, Macedonia del Nord ]]>
Thu, 14 Nov 2019 21:21:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - "FORZA VENEZIA" da parte della Nazionale Femminile, nel weekend la solidarietà dei club di Serie A e Serie A2 Maschile ]]> A pochi minuti dalla palla a due di Italia-Repubblica Ceca, in programma stasera a Cagliari, la Nazionale Femminile ha voluto rivolgere un pensiero affettuoso alla città di Venezia e ai suoi cittadini per le gravi conseguenze che l’emergenza maltempo sta comportando in queste ore, scendendo in campo con lo striscione "FORZA VENEZIA".

Queste le parole del presidente della FIP Giovanni Petrucci. "Un minimo gesto che oggi intendiamo fare per esprimere il nostro affetto a chi sta soffrendo, a una città amata in tutto il mondo. Vogliamo essere solidali anche con chi la rappresenta, ovvero col nostro amico sindaco Brugnaro, al quale siamo vicini affinché la bellezza straordinaria di Venezia possa tornare a risplendere al più presto".

Su indicazione del presidente federale, in occasione del prossimo turno di campionato in programma nel week-end, anche tutte le squadre di Serie A e Serie A2 Maschile esprimeranno la propria solidarietà ai cittadini di Venezia duramente colpiti in queste ore. ]]>
Thu, 14 Nov 2019 18:20:00 UTC
<![CDATA[Under 16 maschile - I convocati di coach Bocchino per il raduno di Cantù (1-4 dicembre). Dal 5 all'8 dicembre il Torneo di Iscar con Spagna, Castilla y Leon e Russia ]]> Il Settore Squadre Nazionali Giovanili, in occasione del raduno della Nazionale Under 16 maschile che si svolgerà a Cantù (Co) dal 1 al 4 dicembre 2019, e della successiva partecipazione al Torneo Internazionale che si svolgerà a Iscar (Spagna) dal 5 all’8 dicembre 2019, convoca i seguenti atleti e il seguente staff.

Atleti convocati
Attademo Riccardo (2004, P, College Basketball)
Bramati Mirko (2004, G, Pall. Olimpia Milano)
Brembilla Davide (2004, A, Pallacanestro Cantu')
Cuttini Lorenzo (2004, P, Universo Treviso Basket)
Faggian Leonardo Catriel (2004, G, Universo Treviso Basket)
Gallo Filippo (2004, G, Guerino Vanoli Basket)
Lomele Boseli Aaron (2004, G, Junior Libertas Pall. )
Longo Valerio Maria (2004, A/C, Pall. Trapani)
Moretti Niccolo' (2004, P, B.S.L. San Lazzaro)
Pugliatti Fabrizio (2004, G, Stella Azzurra)
Stazzonelli Umberto (2004, G, Alfa Omega )
Tamborino Luigi Edoardo (2004, A/C, B.S.L. San Lazzaro)
Tarallo Gabriele (2004, A, Pallacanestro Cantu')
Veronesi Manuel (2004, A, Pallacanestro Varese)
Vettori Enrico (2004, A, Universo Treviso Basket)
Visintin Matteo (2004, G, Stella Azzurra)

Atleti a disposizione

Addesa Alfredo Maria (2004, A/C, Pall. Olimpia Milano)
Allinei Gregorio (2004, G, Pall. Biella)
Borroni Aleksander (2004, A/C, Pallacanestro Varese)
Cannavina Flavio (2004, A, Basket Brescia Leonessa)
Chapelli Alessandro Maria (2004, G, Reyer Venezia Mestre)
Da Rin De Lorenzo Pietro (2004, G, Reyer Venezia Mestre)
Dell'anna Lorenzo (2004, A, Basket Brescia Leonessa)
Galicia Junior Bienvenido (2004, A/C, Pall. Olimpia Milano)
Giovannelli Nicola (2004, A, Junior Basket Ravenna)
Micalich Enrico (2004, G, Amici Pall. Udinese)
Morena Tommaso (2004, A, Reyer Venezia Mestre)
Moscatelli Tommaso (2004, G, Pallacanestro Cantu')
Rapetti Jacopo (2004, P, Pall. Olimpia Milano)
Scarponi Alessandro (2004, G, Stella Azzurra)
Simonetti Ilario (2004, A/C, Vis 2008 Ferrara)
Tripodi Matteo (2004, A, B.S.L. San Lazzaro)

Solo 12 atleti parteciperanno al Torneo Internazionale di Iscar (Spagna)

Staff
Coordinatore Tecnico SNG: Capobianco Andrea
Allenatore: Bocchino Antonio
Assistente Allenatore: Buffo Alberto
Assistente Allenatore: Mangone Giuseppe
Preparatore Fisico: Gentiletti Andrea
Medico: Serdoz Andrea
Fisioterapista: Primavera Walter
Funzionario Delegato: Rocchetti Valerio



Programma
1 dicembre 2019 Raduno a Cantù (Co) presso l’Axolute Comfort Hotel di Cantù (Co) in Via Achille Grandi 32
Arrivo convocati entro le ore 17:00
Ore 18:30 - 20:30 Allenamento
2 dicembre 2019
Ore 10:00 - 12:00 Allenamento
Ore 18:30 - 20:30 Allenamento
3 dicembre 2019
Ore 10:00 - 12:00 Allenamento
Ore 18:30 - 20:30 Allenamento
4 dicembre 2019
Ore 11:00 - 13:00 Allenamento
5 dicembre 2019
Trasferimento in Spagna
Ore 7:30 - 9:45 volo Milano Linate / Madrid AZ22
6/8 dicembre 2019
Torneo Internazionale a Iscar (SPA)
Spagna - Italia - Russia - Castilla y León
9 dicembre 2019
Rientro in Italia
Ore 10:25 - 12:30 volo Madrid / Milano Linate AZ23
Fine raduno


In occasione del Raduno di Cantù (Co) gli allenamenti si svolgeranno presso il Pala Parini di Piazza Parini.

In occasione del Torneo Internazionale gli allenamenti e le gare verranno svolte presso il Pabellón Municipal de Iscar – Calle Cava Sta. María, 30.
]]>
Thu, 14 Nov 2019 10:10:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Il 25 novembre al CPO dell'Acqua Acetosa il Seminario FIP-USSI "Il Basket e chi lo racconta". Apre i lavori il pres. Petrucci, gli interventi di Sacchetti e Capobianco ]]> Il 25 novembre prossimo, presso l’Aula Magna del Centro di Preparazione Olimpica di Largo G. Onesti 1 di Roma, si terrà il seminario “Il Basket e chi lo racconta: politiche e pratiche di sport, tattiche e schemi di gioco. Come comunicare”. L’evento rappresenta un’ennesima sfida per la Federazione Italiana Pallacanestro e l’Unione Stampa Sportiva Italiana, insieme ancora una volta nel trattare le problematiche contemporanee, stimolare gli interessi e rispondere alle curiosità sul mondo della pallacanestro.

Apriranno i lavori gli interventi del Presidente USSI Luigi Ferrajolo e del Presidente FIP Giovanni Petrucci. Successivamente spazio al patron della Virtus Roma Claudio Toti e al C.T. della Nazionale Meo Sacchetti.
Alle ore 14.00 la ripresa del seminario con gli interventi dei giornalisti Andrea Barocci de Il Corriere dello Sport e Maurizio Fanelli di Rai Sport. A conclusione, l'intervento del Direttore Tecnico Settore 3x3 FIP Andrea Capobianco.

I seminari di approfondimento tecnico-informativo sono diventati il cavallo di battaglia per la corretta informazione dell’USSI, che incontra le Federazioni per promuovere, insieme, le competenze di settore.
L'appuntamento è già inserito nella piattaforma Sigef e darà ai colleghi partecipanti 6 crediti formativi.

Il link per accreditarsi al Seminario "Il basket e chi lo racconta" è: https://sigef-odg.lansystems.it/Sigefodg/dettagliocorso/18011

IL PROGRAMMA

Martedì 25 novembre 2019. Aula Magna Acqua Acetosa - CPO L.go Giulio Onesti, 1 (Roma)

Ore 9.30: Accrediti

Ore 10.00: Inizio lavori

Ore 10.00: Luigi Ferrajolo (Presidente USSI) - "Saluto e considerazioni sul basket italiano"

Ore 10.30: Giovanni Petrucci (Presidente FIP) - "Saluto e resoconto attività Fip"

Ore 11.00: Claudio Toti (Patron Virtus Roma) - "La Capitale torna in Serie A"

Ore 12.00: Meo Sacchetti (C.T. Nazionale maschile) - "La gestione del gruppo e le prospettive degli Azzurri"

Ore 13.00-14.00: Pausa caffè

Ore 14.00: Andrea Barocci (Il Corriere dello Sport) "Il basket raccontato sui quotidiani"

Ore 15.00: Maurizio Fanelli (Rai Sport) "Il basket raccontato in TV"

Ore 16.00: Andrea Capobianco (Direttore Tecnico Settore 3x3 FIP) "Il basket 3x3 Azzurro verso Tokyo 2020"

Ore 17:00: Fine lavori
]]>
Wed, 13 Nov 2019 15:50:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2021 Qualifiers. Stasera a Cagliari Italia-Repubblica Ceca (20.30, diretta SkySport Collection). Capobianco: “Partita complicata, dovremo essere coraggiosi” ]]> Questa sera il PalaPirastu di Cagliari ospita il primo impegno della Nazionale Femminile nell'ambito degli EuroBasket Women 2021 Qualifiers, ovvero il ciclo di partite di qualificazione all'Europeo che nel 2021 si giocherà in Spagna e Francia.

Le Azzurre scendono in campo contro la Repubblica Ceca alle ore 20.30, con diretta su SkySport Collection (canale 205): domenica 17 poi si replica in casa della Danimarca, a Gentofte (ore 15.30). Le Azzurre sono state sorteggiate nel girone D che comprende anche la Romania: all'Europeo accedono 14 Nazionali, ovvero le prime di ogni gruppo e le cinque migliori seconde. I biglietti per assistere alla partita di Cagliari sono ancora disponibili su www.boxofficesardegna.it.

Così il coach Azzurro. “Partita piena di insidie, quella che ci attende, perché la Repubblica Ceca è una squadra solida e con punti di riferimento ben precisi. Sotto canestro il perno è Kia Vaughn, centro passaportato con tanta esperienza alle spalle nei campionati europei. Tra le esterne la più pericolosa è Bartakova, capace di innescare le compagne con regolarità. Dovremo essere bravi a giocare una pallacanestro intensa, muovendo molto la palla in attacco e aggredendole in difesa. Occorreranno concentrazione e coraggio, per attaccare l’area ed aprirla”.

Sono 11 i precedenti con la Repubblica Ceca, 5 i successi Azzurri. L'ultimo incrocio nel 2013 a Orchies (Francia), quando le ceche ci negarono l'accesso al Mondiale battendoci 72-68 nella finale per il settimo posto dell'EuroBasket Women. All'Europeo 2019 la Repubblica Ceca è stata eliminata al termine della prima fase, dopo il successo con la Svezia (71-64) e le sconfitte con Francia (74-61) e Montenegro (70-57).

Sarà una serata speciale per Sabrina Cinili, che a Cagliari domani giocherà la partita numero 100 in Maglia Azzurra. L'esordio il 14 luglio 2010 a Cavalese contro la Turchia, l'High Score il 21 giugno 2019 a Wevelgem contro il Belgio, quando realizzò 17 punti.

Quella di stasera è la partita numero 15 giocata da una Nazionale Femminile a Cagliari, il bilancio è di 9 vittorie e 5 sconfitte. L’ultima volta che le Azzurre sono scese in campo nell’impianto di via Rockefeller è stato nell’estate 2010, quando l’Italia giocò nel capoluogo sardo le quattro partite di qualificazione all’EuroBasket Women 2011. Dopo la sconfitta con la Croazia, arrivarono le vittorie con Lituania, Belgio e Paesi Bassi.

EuroBasket 2021 Qualifiers, PalaPirastu di Cagliari
Italia-Repubblica Ceca (ore 20.30, diretta su SkySport Collection, canale 205)
Italia
3 Nicole Romeo (’89, 1.66, Playmaker, Virtus Eirene Ragusa)
5 Gaia Gorini (’92, 1.81, Playmaker, Umana Reyer Venezia)
7 Giorgia Sottana (’88, 1.75, Guardia, Flammes Carolo, FRA)
9 Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, Ala, Fenerbahce, TUR)
10 Francesca Dotto (’93, 1.70, Playmaker, Famila Schio)
14 Martina Crippa (’89, 1.78, Guardia, Famila Schio)
16 Sara Madera ('00', 1.86, Ala/Centro, Le Mura Lucca)
18 Jasmine Keys (’97, 1.90, Ala, Famila Schio)
19 Martina Bestagno ('90, 1.89, Centro, Umana Reyer Venezia)
23 Sabrina Cinili (’89, 1.91, Ala, Famila Schio)
33 Olbis Andrè Futo (’98, 1.86, Centro, Famila Schio)
41 Elisa Penna (’95, 1.91, Ala, Umana Reyer Venezia)
All. Andrea Capobianco

Repubblica Ceca
0 Renata Brezinova ('90, 1.85, Guardia)
1 Kia Vaughn ('87, 1.93, Centro)
3 Kamila Stepanova ('88, 1.92, Centro)
5 Romana Hejdova ('88, 1.80, Guardia)
8 Petra Zaplatova ('91, 1.75, Playmaker)
9 Lenka Bartakova ('91, 1.75, Playmaker)
10 Beata Adamcova ('93, 1.80, Ala)
11 Katerina Elhotova ('89, 1.80, Ala)
12 Tereza Vyrovalova ('94, 1.76, Playmaker)
13 Klara Pochobradska ('89, 1.86, Centro)
24 Veronika Vorackova ('99, 1.80, Guardia)
44 Julia Reisingerova ('98, 1.94, Centro)
All. Stefan Svitek

Arbitri: Jasmina Juras (Serbia), Jelena Tomic (Croazia), Boris Krejic (Slovenia)
Commissioner FIBA: Vasiliki Bestaki (Grecia)

EuroBasket Women 2019 Qualifiers, la formula
Le 33 squadre sono state divise in 9 Gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all'Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni Gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.

Il Calendario
14 novembre 2019
Italia-Repubblica Ceca; Romania-Danimarca

17 novembre 2019
Danimarca-Italia; Repubblica Ceca-Romania

12 novembre 2020
Romania-Italia; Repubblica Ceca-Danimarca

15 novembre 2020
Repubblica Ceca-Italia; Danimarca-Romania

4 febbraio 2021
Italia-Danimarca; Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021
Italia-Romania; Danimarca-Repubblica Ceca

Tutti i Gironi
Girone A: Islanda, Slovenia, Grecia, Bulgaria
Girone B: Israele, Svezia, Montenegro
Girone C: Russia, Svizzera, Bosnia Erzegovina, Estonia
Girone D: ITALIA, Romania, Repubblica Ceca, Danimarca
Girone E: Serbia, Lituania, Turchia, Albania
Girone F: Polonia, Gran Bretagna, Bielorussia
Girone G: Belgio, Portogallo, Ucraina, Finlandia
Girone H: Paesi Bassi, Ungheria, Slovacchia
Girone I: Germania, Lettonia, Croazia, Macedonia del Nord ]]>
Wed, 13 Nov 2019 13:58:00 UTC