<![CDATA[FIP]]> Thu, 16 Sep 2021 15:47:43 UTC <![CDATA[Altre notizie - Il Presidente Petrucci a Bologna. Gli incontri istituzionali con Baraldi (Virtus) e Pavani (Fortitudo) ]]> Visite istituzionali oggi a Bologna per il Presidente FIP Giovanni Petrucci.

In città per incontrare di persona Nico Mannion, con il quale ha avuto un lungo colloquio, il Presidente si è detto molto contento per le condizioni di salute dell’Azzurro, ormai sulla via per la completa guarigione. Con l’occasione, Petrucci ha incontrato l'Amministratore Delegato della Virtus Bologna Luca Baraldi, il General Manager Paolo Ronci, i coach Sergio Scariolo e Lino Lardo, Cecilia Zandalasini e gli Azzurri della V Nera al termine dell’allenamento.

A seguire, Petrucci ha incontrato il Presidente della Fortitudo Bologna Christian Pavani per uno scambio di informazioni e idee.

A margine degli incontri, il Presidente FIP ha avuto modo di intrattenersi informalmente con alcuni giornalisti trattando temi centrali per la pallacanestro italiana come quello legato alla capienza attualmente consentita negli impianti di basket.

Domani, venerdì 17 settembre, accompagnato dal Presidente del CIA Stefano Tedeschi e dal Segretario Generale FIP Maurizio Bertea, il Presidente Petrucci si recherà presso Salsomaggiore Terme, dove è in corso il raduno degli Arbitri di Serie A.
]]>
Thu, 16 Sep 2021 14:56:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Preliminari FIBA Champions League. Battuti i Bakken Bears 92-90, Treviso in finale contro Minsk (17 settembre) ]]> Continua la corsa della Nutribullet Treviso ai preliminari della FIBA Champions League. Dopo aver battuto i London Lions, i trevigiani hanno avuto la meglio anche sui campioni di Danimarca dei Bakken Bears col punteggio di 92-90.

Nel fortino del Palaverde, gli uomini di coach Menetti si sono conquistati il diritto di giocare la finalissima, venerdì 17 settembre, sempre a Treviso, contro i bielorussi dello Tsmoki Minsk, che hanno battuto nel pomeriggio lo ZZ Leiden 69-67.
]]>
Wed, 15 Sep 2021 20:43:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - "Diritti a canestro": il progetto per l'integrazione di giovani italiani e stranieri. A cura di UNICEF Italia, FIP e Club Basket Frascati. Tonut testimonial ]]> L’UNICEF Italia, la Federazione Italiana Pallacanestro e il Club Basket Frascati danno il via al progetto pilota “Diritti a Canestro” per l’integrazione educativa, sportiva e sociale di giovani italiani e stranieri dai 12 ai 16 anni, con uno speciale testimonial d’eccezione: Stefano Tonut, giocatore della Reyer Venezia e della Nazionale A maschile di Basket (click qui per il video-messaggio) .

La conferenza stampa di presentazione si è tenuta al Palazzetto dello Sport di Frascati, con la partecipazione di Giovanni Malagò, Presidente del CONI, Gaetano Laguardia, vice presidente vicario FIP, Stefano Persichelli, Presidente FIP Lazio, Paolo Rozera, Direttore Generale dell’UNICEF Italia, Fernando Monetti, Presidente CBF e Valerio Bianchini, Allenatore benemerito d’Eccellenza.

Il progetto “Diritti a Canestro”, nato su idea del Club Basket Frascati, nell’ambito di un accordo quadro fra la Federazione Italiana Pallacanestro e l’UNICEF Italia, punta a costruire un percorso sperimentale educativo, sportivo e sociale per i giovani in situazione di vulnerabilità, che sia capace di fornire un’istruzione di qualità per migliorare il rendimento scolastico e lo sviluppo di competenze quali autostima, emancipazione e leadership, contribuendo al miglioramento del loro benessere e delle loro future prospettive attraverso il coinvolgimento della rete progettuale. Fra i partner che si sono uniti al progetto, anche il Comitato Olimpico Nazionale italiano (CONI) e l’Università degli studi di Roma “Tor Vergata”.

Il Club Basket Frascati sarà la sede di sperimentazione pilota che accoglierà ragazzi di diverse origini per permettere loro, oltre alla pratica della pallacanestro, di avviare un percorso di inclusione sociale e scolastico, attraverso l’accompagnamento nello studio e realizzando progetti di inclusione sociale tramite attività sportive e la creazione di strutture ad hoc in aree svantaggiate del territorio italiano.
Una volta conclusa la fase sperimentale, si punta a creare un network nazionale, per diffondere il modello di percorso educativo-sportivo.

“La partecipazione allo sport migliora i risultati scolastici e lo sviluppo delle abilità dei bambini, compresi l'emancipazione, la leadership e l'autostima - contribuendo al benessere generale dei bambini e dei ragazzi e alle loro prospettive future. Permettere ai ragazzi di praticare uno sport non è soltanto un’opportunità in più che possiamo dargli: è un loro diritto, come indicato dall’articolo 31 della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, che riconosce il diritto al gioco come fondamentale per tutti i bambini”, ha dichiarato Paolo Rozera, Direttore Generale dell’UNICEF Italia. “Ringraziamo il CONI, la Federazione Italiana Pallacanestro per aver reso possibile il progetto, il Club Basket Frascati per l’entusiasmo con cui si è fatto portavoce di questi ragazzi e tutti gli altri partner”.

“Siamo felici che questa nostra idea si sia realizzata grazie alla indiscussa sensibilità dell’UNICEF Italia e la condivisione della F.I.P., i quali si stanno dimostrando partner fondamentali in questo nuovo modello di fare inclusione e sociale nello sport, nonostante le tantissime difficoltà iniziali possiamo dire che il progetto oggi è finalmente decollato nonostante il periodo che stiamo vivendo a causa del Covid-19 e vedere il sorriso sui volti di questi ragazzi, le grandi capacità di apprendimento non solo nello sport, ma anche nello studio e nell’imparare rapidamente la nostra lingua, ci riempie il cuore di gioia e ci da sempre maggiore coraggio e passione nel continuare su questa strada”, ha dichiarato il Presidente del Club Basket Frascati Fernando Monetti.

“‘Diritti a Canestro’ è una meravigliosa iniziativa”, afferma Giovanni Petrucci, presidente della FIP. “Fin dal nome. Un progetto da realizzare senza esitazioni, nel rispetto e con la forza che solo le norme e le leggi ti possono dare. ‘Le regole nello sport, le leggi nella vita’, affermava infatti Jesse Owens. Più che una massima, un principio di vita per il campione olimpico, che vinse ben quattro medaglie ai Giochi di Berlino. Quello che si impara sul campo, lo si ripropone nella vita di tutti i giorni: un transfer educativo fondamentale. Il gioco si presta ad essere intermediario sociale per inclusione, integrazione e condivisione. Nella multietnia, la nostra Nazionale, da più di 20 anni, ha trovato energie ed identità. La funzione educativa dello sport, tramite le Federazioni, è un punto fermo della nostra società. Con orgoglio collaboriamo con il Basket Frascati, ed è un grande onore essere al fianco di UNICEF Italia. Esprimo il mio apprezzamento per l’adesione del CONI e dell’Università di Tor Vergata a questo progetto”.
]]>
Mon, 13 Sep 2021 09:30:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Diego Nepi Molineris nominato Direttore Generale di "Sport e Salute". I complimenti del Presidente Petrucci ]]> Diego Nepi Molineris è il nuovo Direttore Generale di Sport e Salute.

Lo ha deciso oggi all'unanimità il Consiglio di Amministrazione dello stesso ente per cui già ricopriva il ruolo di responsabile dell'Area Marketing e Sviluppo.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente FIP Giovanni Petrucci, che volle con sè Nepi Molineris già ai tempi in cui fu Presidente del CONI.

"Diego - ha detto Petrucci - è persona esperta e competente e merita questo ruolo più di chiunque altro per quanto dimostrato finora. Da molti anni conosco bene l'uomo e il professionista e sono certo che anche in questa sua nuova veste saprà crescere ancora continuando a rappresentare un valore aggiunto per l'azienda. Gli auguro un buon lavoro e le migliori fortune".

]]>
Thu, 9 Sep 2021 17:33:00 UTC
<![CDATA[Provvedimenti disciplinari - Supercoppa Serie A. Gare dell'8 settembre 2021 ]]> Fase: Qualificazione, Girone B
Gare dell'8 settembre 2021

ALESSANDRO GENTILE (atleta OPENJOBMETIS VARESE). Squalifica per una gara per essersi offeso e spintonato reciprocamente con un tesserato avversario dopo un fallo di gioco, fatto che ne comportava l'espulsione [art. 33,2/1e RG]. Squalifica sostituita con ammenda di Euro 3.000,00 [art. 33,2/1e RG, art. 14,4 RG].

CHRISTIAN MEKOWULU (atleta Banco di Sardegna SASSARI). Squalifica per una gara per essersi offeso e spintonato reciprocamente con un tesserato avversario dopo un fallo di gioco, fatto che ne comportava l'espulsione [art. 33,2/1e RG]. Squalifica sostituita con ammenda di Euro 3.000,00 [art. 33,2/1e RG, art. 14,4 RG]. ]]>
Thu, 9 Sep 2021 09:50:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Il Presidente Petrucci all'ANSA sul limite di capienza del 35% previsto per i Palasport: "Basta con i discorsi, provvedimenti subito" ]]> Di seguito la notizia ANSA in merito alle dichiarazioni del Presidente FIP Giovanni Petrucci circa l'attuale limite di capienza, previsto al 35%, all'interno dei palazzetti:

"Basta con i discorsi. È inutile che la politica faccia solo complimenti e non decida di conseguenza. Interverrò in Giunta e consiglio nazionale del Coni per sollevare il problema, e sono sicuro che il presidente Malagò interverrà in tal senso". È la dura presa di posizione del presidente della Federazione italiana pallacanestro, Gianni Petrucci. Dopo l'appello rivolto al governo dalla Lega Basket "di rivedere il limite di capienza del 35% attualmente previsto per i palasport" e la conseguente richiesta di aprire totalmente i palazzetti al chiuso per i possessori di Green Pass, il numero uno della Fip ed ex numero uno del Coni ha aggiunto: "Questi risultati (dello sport italiano, ndr) non saranno ripetibili se da subito non si faranno provvedimenti a favore delle società, che sono agonizzanti - ha sottolineato Petrucci raggiunto dall'ANSA - Altre nazioni europee fanno entrare normalmente gli spettatori. Da noi solo il 35%. È assurdo con le garanzie che abbiamo dato. Troppo comodo, per l''infallibile' comitato tecnico scientifico intervenire solo con misure di chiusura". ]]>
Wed, 8 Sep 2021 15:50:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Alessandro Pajola riceve il Premio Walter Bussolari ]]> Pochi istanti prima dell'amichevole fra Virtus Bologna e VL Pesaro, giocata il 7 settembre al Paladozza, ad Alessandro Pajola è stato consegnato il Premio Walter Bussolari.

Istituito dall'ASD Basket Giardini Margherita Bologna e patrocinato da FIP, LBA e LBF, per la sua prima edizione il Premio in memoria del dirigente sportivo, nonchè speaker della Fortitudo Bologna e uno dei padri del playground Giardini Margherita, è andato a Pajola e a Lorela Cubaj.

A premiare il playmaker Azzurro sono stati Fabiana Bussolari, figlia di Walter, e il Direttore Generale della Virtus Segafredo Bologna Paolo Ronci. ]]>
Wed, 8 Sep 2021 13:49:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - FIP eBasket Tour, l’11 e il 12 settembre la prima tappa del circuito NBA2K targato FIP ]]> La Federazione Italiana Pallacanestro amplia la propria presenza nel mondo degli e-sport. Il prossimo weekend (11-12 settembre), andrà in scena il primo evento del FIP eBasket Tour, il circuito di tornei su PlayStation giocati con il titolo NBA2K.
La scelta di organizzare tornei ufficiali sul titolo più famoso a livello planetario dedicato alla pallacanestro segue l’onda delle ottime prestazioni fornite dalla e-Nazionale nei tre FIBA Open, i tornei online che la Federazione internazionale ha promosso a partire dal 2020 e nei quali gli Azzurri hanno centrato una vittoria (nella prima edizione) e un terzo posto (nella seconda).

Ottimi risultati “sul campo”, e grande risposta da parte della community dei players italiani, a conferma di quanto il fenomeno degli e-sport sia una realtà di rilievo anche nel nostro Paese.

Grazie all’intesa trovata con il publisher 2K Games, l’azienda statunitense produttrice del titolo NBA 2K, e conclusa grazie all’intercessione di NBA, la FIP potrà quindi organizzare sul territorio italiano il proprio circuito, nel quale sono si alterneranno in questa prima fase tornei 1v1 e 5v5, giocati su piattaforma PlayStation 5.

Per l’esordio nel mondo degli e-sports il torneo coinvolgerà 8 fra i migliori giocatori d’Italia, fra cui ovviamente tutti gli e-Azzurri, oltre ai players e twitchers più importanti della scena nazionale.

“Avere finalmente un circuito di tornei ufficiali che possa coinvolgere un numero sempre maggiore di players è una bellissima sorpresa – ha detto Ilyass Kamal, capitano della e-Nazionale -, e un’opportunità di crescita del movimento importantissima. Il mondo degli e-sport è una galassia in espansione ma ancora non perfettamente organizzata nel nostro Paese, e avere un’istituzione strutturata come la FIP che ha deciso di investire nel mondo degli e-sports non potrà che essere un punto di riferimento per tutti i players.
Giocare su una console oggi non è più visto solo come un semplice passatempo –continua IlySZN- - ma sta assumendo la dignità di una disciplina sportiva. Dietro alla partita c’è una preparazione che deve sempre essere allenata, e l’abbiamo visto anche nei FIBA Open, dove il livello dalla prima alla terza edizione si è alzato tantissimo. Sintomo che tante Federazioni, come la FIP, stanno puntando molto sul gaming . I tornei del FIP e-Basket Tour saranno un modo per conoscere ancora meglio tutti i migliori giocatori d’Italia, e fare scouting per i prossimi impegni della e-Nazionale”.

Nel primo evento si giocherà con il titolo NBA 2K21, e i 16 players invitati saranno inseriti in un tabellone ad eliminazione diretta. Sabato 11 settembre andranno in scena gli Ottavi e i Quarti. Domenica 12 settembre BO3 (Best of Three) per le Semifinali e la Finalissima, che sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook @italbasket a partire dalle ore 19.00 con il commento di Giancarlo Migliola ed Andrea Pecile.

Al vincitore della tappa una copia per PlayStation 5 di NBA 2K22, in uscita il 10 settembre.

Di seguito il calendario dei prossimi tornei del FIP eBasket Tour.
Per info e iscrizioni scrivi a ebasket@fip.it
Clicca qui per la knowledge base del portale di registrazione al FIP eBasket Tour.

FIP eBasket Tour Tornei in calendario fino a fine 2021
11-12 settembre: FIP eBasket Tour 1v1 Invitational
2-3 ottobre: FIP eBasket Tour 5v5
16-17 ottobre: FIP eBasket Tour 1v1
20-21 novembre: FIP eBasket Tour 5v5
17-19 dicembre: : FIP eBasket Tour 1v1 e 5v5
]]>
Tue, 7 Sep 2021 08:32:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - La FIP entra nell'Osservatorio Italiano Esports ]]> La Federazione Italiana Pallacanestro accetta la sfida dei virtual sport lanciata quest’anno dal CIO e diventa membro dell'Osservatorio Italiano Esports, la prima piattaforma B2B di networking e formazione per gli operatori del settore e-sportivo.
Con la FIP, guidata dal presidente Giovanni Petrucci, salgono a otto le istituzioni sportive tradizionali che hanno scelto di approfittare dei servizi e della rete di contatti messa a disposizione dell’OIES.

"E’ partito da poco tempo, ma è già intenso il cammino della FIP nel mondo degli e-sports – afferma il presidente Petrucci -. Dopo tre partecipazioni di successo, in due anni, ai FIBA Esports Open, i tornei pilota della Federazione Internazionale, la FIP sta lavorando per ampliare il proprio raggio di azione. Coinvolgere i giovani è uno dei punti cardine delle attività federali. Abbiamo scelto di essere presenti anche negli e-sports per offrire ed organizzare nuovi ed interessanti momenti di incontro anche a chi non gioca a pallacanestro sui campi da gioco, ma ama sfidarsi a basket su una console, nel rispetto delle regole e dei nostri valori. In tal senso abbiamo scelto di aderire all'Osservatorio Italiano Esports per conoscere ancora meglio questo mondo con la collaborazione di professionisti validi ed esperti".

L’ingresso della Federbasket segna un altro traguardo per l'OIES. Avere tra i membri l’ente che rappresenta una delle discipline più amate e praticate dagli Italiani “conferma l’ambizione del nostro progetto - commentano Luigi Caputo ed Enrico Gelfi, fondatori dell'OIES –. Come dimostra una recente ricerca del nostro Monitoring Partner YouGov, NBA2k, il titolo di riferimento della pallacanestro, in Italia è al sesto posto per pratica tra quelli di simulazione sportiva, dietro solo ai videogiochi calcistici e quelli dedicati al motorsport, segno che c’è un ottimo mercato tutto da esplorare".

L'Osservatorio Italiano Esports è un progetto spin-off di Sport Digital House, digital agency focalizzata sul settore sportivo che sviluppa innovative strategie di funnel marketing per le aziende utilizzando il proprio network di campioni dello sport e rappresentanti del mondo Esports.

]]>
Mon, 6 Sep 2021 11:54:00 UTC
<![CDATA[Italbasket100 - Mosca 1980, l'incredibile +7 su Cuba che ci avvicinò alla Medaglia d'Argento ]]> E' il 23 luglio 1980. Siamo a Mosca e l'Italia di Sandro Gamba sta per scendere in campo contro Cuba. Nei giorni scorsi gli Azzurri hanno dominato la Svezia (92-77) e poi però sono inciampati nell'Australia (77-84), complicandosi e non poco i sogni di gloria.

E sì perché il boicottaggio degli Stati Uniti e di molti altri Paesi hanno impennato il livello delle nostre aspettative. Non ci sono i maestri statunitensi, che alle Olimpiadi hanno fallito (e sapete come) una sola volta a Monaco 1972, non c'è il temibile Israele (Argento agli ultimi Europei) e neanche il Canada. L'Italia si è qualificata al preolimpico giocato in Svizzera perdendo solo con Israele, il Bronzo a Mosca non è un miraggio ma occorre giocare un torneo di altissimo livello. Occorre scrivere qualche pagina di storia.

Cuba è avversario tutt'altro che morbido. Dopo due partite è a punteggio pieno e agli Azzurri evoca ricordi spiacevoli, come quello di Monaco 1972 quando furono proprio i caraibici a negarci il Bronzo. Per passare il turno la vittoria è obbligatoria ma c'è un ma, colossale. Vincendo con più di 7 punti elimineremmo Cuba e passeremmo a zero punti, secondi dietro all'Australia: vincendo con meno di 7 punti faremmo fuori l'Australia ma in ogni caso, finendo dietro Cuba, nella seconda fase entreremmo senza punti all'attivo.

E vincendo di 7? Ecco, appunto: il +7 sarebbe perfetto perché chiuderemmo al primo posto e passeremmo il turno portandoci in dote due punti. La partita è rognosa, feroce, spigolosa: Villalta fa la voce grossa segnando 22 punti e quando nel finale Cuba si riporta sotto (76-72) sono il libero di Gilardi e il piazzato di Generali a completare il Caravaggio, per il definitivo 79-72.

Qui il finale di partita: www.youtube.com/watch?v=dEu-xLQRxEo&t=140s

L'Italia passa alla seconda fase, nei giorni successivi seguirà il ko con la Jugoslavia (102-81) e poi lo storico successo contro l'URSS (87-85), padrona di casa e favoritissima nella corsa alla medaglia d'Oro. Con i sovietici imbattuti da anni, a crederci poco sono anche i giornalisti italiani che scelgono di seguire le gesta di Sara Simeoni allo stadio di atletica. E invece l'URSS cade e cade contro di noi, scatenando polemiche a non finire in tutta l'Unione Sovietica. Non a caso Sergej Belov era stato il portabandiera nella cerimonia d'inaugurazione, non a caso il colonnello Gomelski e i suoi giocatori saranno poi fischiati sonoramente al momento di salire sul podio per mettersi al collo la medaglia di Bronzo.

E sì perché l'Oro se lo giocano Italia e Jugoslavia e se lo portano a casa Kicanovic e compagni, legittimamente. Prima della finale l'Italia fa in tempo ancora una volta a cadere, contro il Brasile (90-77), ma poi si assicura l'accesso alla sfida più ambita domando la Spagna (95-89).

Da Mosca torniamo con un'impresa da raccontare a figli e nipotini, una medaglia d'Argento al collo e un bilancio di 4 vittorie e 4 sconfitte, mentre l'Unione Sovietica ci arriva dietro con 6 successi e 2 ko.

Stranezze di un'Olimpiade in cui vincere di 6 o 8 punti una partita ci avrebbe allontanato dal podio.

Magia di un'avventura a cinque cerchi impossibile da dimenticare, anche a 41 anni di distanza.


23 luglio 1980, ore 20.15
Mosca (Urss), CSKA Sport Palace

Italia-Cuba 79-72 (43-42)
4 Romeo Sacchetti
5 Roberto Brunamonti 2
6 Mike Sylvester 10
7 Enrico Gilardi 7
8 Fabrizio Della Fiori 6
9 Marco Solfrini 2
10 Marco Bonamico
11 Dino Meneghin 9
12 Renato Villalta 22
13 Renzo Vecchiato 4
14 Pierluigi Marzorati 4
15 Pietro Generali 13
All. Sandro Gamba

Cuba
4 Jorge More
5 Ruperto Herrera 2
6 Alejandro Ortiz 12
7 Noangel Luaces 3
8 Generoso Marquez 4
9 Raul Dubois
10 Pedro Abreu 2
11 Miguel Angel Calderon 2
12 Tomas Herrera 11
13 Daniel Scott 12
14 Alejandro Urgelles 16
15 Felix Morales 8
All. Pedro Chappe ]]>
Wed, 1 Sep 2021 16:34:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Mutui liquidità ICS per ASD e SSD al via dal 20 agosto 2021 ]]> L’Istituto per il Credito Sportivo ha predisposto la terza misura di liquidità emergenziale, a sostegno del mondo dello Sport, in seguito alla conversione in legge (L. 106/2021) del Decreto Legge del 25 maggio 2021 n. 73, meglio conosciuto come Decreto Sostegni bis, che ha rifinanziato e prorogato l’operatività fino al 31/12/2021 dei Comparti per finanziamenti di liquidità del Fondo di Garanzia e del Fondo per contributi negli interessi, gestiti da ICS.

A partire dal 20 agosto 2021, le Associazioni e Società sportive dilettantistiche, iscritte al Registro CONI e regolarmente affiliate alla FIP da almeno 1 anno, potranno presentare domanda, accedendo direttamente all’home page del sito www.creditosportivo.it, alle due seguenti forme di finanziamento:

• Mutuo liquidità Asd Ssd 30K - importo finanziabile da 3 mila a 30 mila euro
• Mutuo liquidità Asd Ssd 300K - importo finanziabile da 30 mila a 300 mila euro

In allegato la news completa ]]>
Tue, 31 Aug 2021 14:03:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A maschile - FIBA World Cup 2023 Qualifiers, Italia nel gruppo H con Russia, Paesi Bassi e Islanda. L'esordio il 26 novembre in Russia ]]> Inizia oggi la strada verso la FIBA World Cup 2023. A poco più di un mese dalla conclusione dei Giochi Olimpici di Tokyo e a poco meno di un anno dall’Europeo che vedrà uno dei gironi disputarsi a Milano, gli Azzurri hanno conosciuto le avversarie sulla strada per il Mondiale che si giocherà in Giappone, Filippine e Indonesia.

Il sorteggio effettuato oggi a Mies, sede svizzera della FIBA, ha inserito l’Italia nel gruppo H insieme a Russia, Paesi Bassi e Islanda. Le prime tre formeranno un altro girone a sei con le prime tre del gruppo G (Spagna, Georgia, Macedonia del Nord e Ucraina) portandosi dietro le vittorie acquisite nella prima fase con le Nazionali qualificate. Le prime tre staccheranno il pass per il Mondiale che si disputerà dal 25 agosto al 10 settembre 2023.

L’esordio degli Azzurri avverrà il 26 novembre in Russia, tre giorni più tardi il primo impegno casalingo contro i Paesi Bassi.

Così il CT Meo Sacchetti sul sorteggio: “Conosciamo già molto bene il meccanismo di qualificazione e per questo non ha molto senso valutare le nostre avversarie oggi con un cammino che terminerà tra circa due anni. Ciò che abbiamo ben presente fin da ora è la nostra volontà di fare ogni cosa per qualificarci al Mondiale del 2023. Non solo per dare continuità alla partecipazione del 2019 in Cina ma anche e soprattutto perché attraverso la rassegna iridata si accede ai Giochi di Parigi 2024. Un traguardo, abbiamo visto, fondamentale per tutto il sistema basket italiano. Proprio dall’esperienza di Belgrado e Tokyo vogliamo e dobbiamo ripartire: la squadra sarà inevitabilmente diversa da quella che solo poche settimane fa ha chiuso al quinto posto il torneo giapponese ma il seme dell’entusiasmo piantato da quel gruppo è destinato a crescere e diventare forte nel corso del tempo. Già nel training camp di Pinzolo abbiamo lavorato con atleti giovani e di sicuro avvenire, ai quali vogliamo aggiungere altri elementi. Molte delle “finestre” di qualificazione, poi, ci saranno utilissime per arrivare pronti all’EuroBasket della prossima estate, quando avremo l’onere e l’onore di giocare in casa a Milano la prima fase. Insomma, non vediamo l’ora di ricominciare”.

L’Italia ritrova la Russia, già battuta due volte nel girone dell’EuroBasket 2022 Qualifiers: recente anche l’incrocio con i Paesi Bassi allenati dal 2019 da Maurizio Buscaglia e affrontati nelle qualificazioni al Mondiale 2019 (1-1 il bilancio). Uno solo il precedente con l’Islanda, superata dagli Azzurri nel corso dell’EuroBasket 2015 (71-64).

Tutte le gare si svolgeranno in un arco temporale che va da novembre 2021 a febbraio 2023 lungo sei “finestre” di qualificazione.

Il calendario del girone H
26 novembre 2021
Paesi Bassi-Islanda
Russia-Italia

29 novembre 2021
Italia-Paesi Bassi
Islanda-Russia

24 febbraio 2022
Islanda-Italia
Russia-Paesi Bassi

27 febbraio 2022
Italia-Islanda
Paesi Bassi-Russia

1 luglio 2022
Islanda-Paesi Bassi
Italia-Russia

4 luglio 2022
Paesi Bassi-Italia
Russia-Islanda

Tutte le finestre
Prima fase
1 – 22/30 novembre 2021
2 – 21 febbraio/1° marzo 2022
3 – 27 giugno/5 luglio 2022

Seconda fase

1 – 22/30 agosto 2022
2 – 7/15 novembre 2022
3 – 20/28 febbraio 2023

Tutti i gironi
Gruppo A
Serbia, Slovacchia, Belgio, Lettonia

Gruppo B
Bielorussia, Gran Bretagna, Grecia, Turchia

Gruppo C
Croazia, Svezia, Finlandia, Slovenia

Gruppo D
Israele, Germania, Estonia, Polonia

Gruppo E
Francia, Portogallo, Ungheria, Montenegro

Gruppo F
Bosnia Erzegovina, Lituania, Bulgaria, Repubblica Ceca

Gruppo G
Georgia, Macedonia del Nord, Spagna, Ucraina

Gruppo H
Russia, Paesi Bassi, Islanda, Italia

I precedenti contro le squadre del gruppo H

Russia

27 partite giocate (17 vinte/10 perse)

La prima: Campionato Europeo, 28 giugno 1993 (Karlsruhe, Germania), Italia-Russia 69-95
L’ultima: Qualificazioni Europeo, 30 novembre 2020 (Tallinn, Estonia), Russia-Italia 66-70

La vittoria più larga: Campionato Europeo, 1 luglio 1999 (Parigi, Francia) Italia-Russia 102-79 (+23)

La sconfitta più pesante: Campionato Europeo, 17 settembre 2005 (Vrsac, Serbia) Italia-Russia 61-87 (-26) e Campionato Europeo, 28 giugno 1993 (Karlsruhe, Germania) Italia-Russia 69-95 (-26)

Paesi Bassi

27 partite giocate (25 vinte/2 perse)

La prima: Campionato Europeo, 2 maggio 1947 (Praga, Cecoslovacchia), Italia-Paesi Bassi 34-39

L’ultima: Qualificazioni Mondiale, 1° luglio 2018 (Groningen), Paesi Bassi-Italia 81-66

La vittoria più larga: Qualificazioni Europeo, 5 dicembre 1990 (Ravenna), Italia-Paesi Bassi 126-78 (+48)

La sconfitta più pesante: Qualificazioni Mondiale, 1° luglio 2018 (Groningen), Paesi Bassi-Italia 81-66 (-15)

Islanda

1 partita giocata (1 vittoria)

La prima: Campionato Europeo, 6 settembre 2015 (Berlino, Germania), Italia-Islanda 71-64
La vittoria più larga: Campionato Europeo, 6 settembre 2015 (Berlino, Germania), Italia-Islanda 71-64 (+7)

Il format del Mondiale 2023

Per la prima volta nella storia, il Mondiale FIBA si disputerà in più di una Nazione.
Le trentadue squadre qualificate (12 dall’Europa, 8 dall’Asia-Oceania, 7 dalle Americhe e 5 dall’Africa) saranno divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno con la formula del girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla seconda fase, dove verranno divise in quattro gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno in un girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone si sfideranno poi dai quarti alle finali. La fase a gironi si svolgerà nelle città di Okinawa (Giappone), Jakarta (Indonesia), Bocaue, Quezon City, Pasay e Pasig (municipalità di Manila). Nella Capitale delle Filippine si svolgerà anche la fase finale del torneo. Giappone e Filippine sono qualificati come Paesi ospitanti (disputeranno le qualificazioni fuori classifica). Sub judice la qualificazione automatica dell’Indonesia, terzo Paese ospitante: la squadra otterrà il pass solo se finirà tra le prime otto formazioni della FIBA Asia Cup, che si disputerà nel luglio 2022 proprio a Jakarta.



La strada verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024

Dal Mondiale 2023 sarà possibile qualificarsi per l’Olimpiade dell’anno successivo a Parigi. Classifica finale del Mondiale alla mano, accedono direttamente ai Giochi le prime due squadre europee, le prime due squadre delle Americhe e le prime Nazionali meglio piazzate di Africa, Asia e Oceania. Le sedici rimanenti squadre più due ulteriori team per ogni Continente, daranno vita a quattro tornei pre olimpici da sei squadre ciascuno. Solo le vincenti di ogni torneo voleranno a Parigi. ]]>
Tue, 31 Aug 2021 11:41:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A maschile - FIBA World Cup 2023, domani a Mies il sorteggio dei gironi di qualificazione (diretta streaming alle ore 12.00) ]]> Con ancora negli occhi la splendida cavalcata estiva 2021, l’Italia si proietta nel futuro aspettando di conoscere, domani 31 agosto alle ore 12.00, le avversarie per la qualificazione alla FIBA World Cup 2023. Il campionato mondiale si svolgerà dal 25 agosto al 10 settembre 2023 tra Giappone, Indonesia e Filippine.

Gli Azzurri fanno parte delle 32 Nazionali che a Mies in Svizzera verranno inizialmente divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno. Le prime tre classificate di ogni raggruppamento comporranno poi ulteriori quattro gironi da sei squadre ciascuno. Le prime tre accederanno al Mondiale (12 in tutto).

Ventiquattro delle trentadue squadre che prenderanno parte alle qualificazioni mondiali sono quelle che giocheranno l’EuroBasket 2022 la prossima estate. Le rimanenti 8 formazioni (Lettonia, Montenegro, Islanda, Bielorussia, Macedonia del Nord, Svezia, Portogallo e Slovacchia) hanno affrontato i turni di pre-qualificazione.

In virtù dell’ottavo posto nel ranking FIBA, ottenuto dopo la prestigiosa partecipazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, gli Azzurri sono stati inseriti nella seconda delle otto fasce di merito con Lituania, Grecia e Germania e potranno pescare avversari solo dalle urne 3 (Repubblica Ceca, Polonia, Russia, Turchia), 6 (Gran Bretagna, Israele, Bosnia Erzegovina, Paesi Bassi) e 7 (Islanda, Estonia, Bulgaria, Bielorussia).

Queste le fasce*
1 – Spagna, Slovenia, Francia, Serbia
2 – Italia, Lituania, Grecia, Germania
3 – Repubblica Ceca, Polonia, Russia, Turchia

4 – Croazia, Montenegro, Lettonia, Ucraina
5 – Finlandia, Georgia, Belgio, Ungheria
6 – Gran Bretagna, Israele, Bosnia Erzegovina, Paesi Bassi
7 – Islanda, Estonia, Bulgaria, Bielorussia

8 – Macedonia del Nord, Svezia, Portogallo, Slovacchia

*in neretto le fasce che coinvolgono l’Italia

Tutte le gare si svolgeranno in un arco temporale che va da novembre 2021 a febbraio 2023 lungo sei “finestre” di qualificazione:

Prima fase
1 – 22/30 novembre 2021
2 – 21 febbraio/1° marzo 2023
3 – 27 giugno/5 luglio 2022

Seconda fase

1 – 22/30 agosto 2022
2 – 7/15 novembre 2022
3 – 20/28 febbraio 2023

Il format del Mondiale 2023
Per la prima volta nella storia, il Mondiale FIBA si disputerà in più di una Nazione.

Le trentadue squadre qualificate (12 dall’Europa, 8 dall’Asia-Oceania, 7 dalle Americhe e 5 dall’Africa) saranno divise in otto gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno con la formula del girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone accederanno alla seconda fase, dove verranno divise in quattro gruppi da quattro squadre ciascuno che si affronteranno in un girone all’italiana. Le prime due classificate di ogni girone si sfideranno poi dai quarti alle finali. La fase a gironi si svolgerà nelle città di Okinawa (Giappone), Jakarta (Indonesia), Bocaue, Quezon City, Pasay e Pasig (municipalità di Manila). Nella Capitale delle Filippine si svolgerà anche la fase finale del torneo. Giappone e Filippine sono qualificati come Paesi ospitanti (disputeranno le qualificazioni fuori classifica). Sub judice la qualificazione automatica dell’Indonesia, terzo Paese ospitante: la squadra otterrà il pass solo se finirà tra le prime otto formazioni della FIBA Asia Cup, che si disputerà nel luglio 2022 proprio a Jakarta.

La strada verso i Giochi Olimpici di Parigi 2024
Dal Mondiale 2023 sarà possibile qualificarsi per l’Olimpiade dell’anno successivo a Parigi in Francia.

Classifica finale del Mondiale alla mano, accedono direttamente ai Giochi le prime due squadre europee, le prime due squadre delle Americhe e le prime Nazionali meglio piazzate di Africa, Asia e Oceania. Le sedici rimanenti squadre più due ulteriori team per ogni Continente, daranno vita a quattro tornei pre olimpici da sei squadre ciascuno. Solo le vincenti di ogni torneo voleranno a Parigi. 


La cerimonia del sorteggio sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube FIBA E sulla pagina Facebook della Federazione Italiana Pallacanestro – Italbasket https://www.facebook.com/FIPufficiale/.

Tutti gli aggiornamenti anche sul profilo Twitter @Italbasket.
]]>
Mon, 30 Aug 2021 13:12:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2023 Qualifiers, l'esordio delle Azzurre l'11 novembre in Slovacchia ]]> FIBA ha ufficializzato il calendario degli EuroBasket Women 2023 Qualifiers: le Azzurre fanno il loro esordio l'11 novembre in Slovacchia, tre giorni più tardi il primo impegno casalingo contro il Lussemburgo. Si dovrà attendere un anno per la seconda finestra, quando a novembre 2022 l'Italia ospiterà le due partite con Svizzera e Slovacchia. A febbraio 2023 gli ultimi due impegni.

All'EuroBasket Women 2023, che si giocherà in Slovenia e Israele, si qualificano 14 squadre, le prime di ogni gruppo e le quattro migliori seconde dei 10 gironi. Nel caso in cui i due Paesi ospitanti Israele e Slovenia fossero tra le squadre che hanno passato il turno, si qualificheranno anche la quinta e la sesta migliore seconda.

Il calendario delle Azzurre
11 novembre 2021
Slovacchia-Italia; Lussemburgo-Svizzera

14 novembre 2021
Italia-Lussemburgo; Svizzera-Slovacchia

24 novembre 2022
Italia-Svizzera; Lussemburgo-Slovacchia

27 novembre 2022
Italia-Slovacchia; Svizzera-Lussemburgo

9 febbraio 2023
Lussemburgo-Italia; Slovacchia-Svizzera

12 febbraio 2023
Svizzera-Italia; Slovacchia-Lussemburgo


Girone A
Belgio, Bosnia Erzegovina, Germania, Macedonia del Nord

Girone B
Francia, Ucraina, Lituania, Finlandia

Girone C
Spagna, Ungheria, Romania, Islanda

Girone D
Turchia, Slovenia, Polonia, Albania

Girone E
Serbia, Croazia, Bulgaria,

Girone F
Russia, Montenegro, Danimarca, Austria

Girone G
Grecia, Gran Bretagna, Portogallo, Estonia

Girone H
Lussemburgo, Slovacchia, Italia, Svizzera

Girone I
Bielorussia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Irlanda

Girone L
Svezia, Lettonia, Israele ]]>
Wed, 25 Aug 2021 13:45:00 UTC
<![CDATA[Lutti - Le condoglianze del presidente Petrucci ad Antonio Galli per la perdita della mamma, signora Ernesta ]]> Ci ha lasciati, all'eta di 96 anni, la signora Ernesta Mazzari madre di Antonio Galli, presidente del Comitato Regionale Emilia Romagna.

Il presidente FIP Giovanni Petrucci, a titolo personale e a nome del Consiglio Federale, abbraccia affettuosamente il presidente Galli e tutta la famiglia Galli-Mazzari e, commosso, ne condivide il cordoglio. ]]>
Mon, 23 Aug 2021 08:13:00 UTC
<![CDATA[Lutti - La prematura scomparsa di Luca Silvestrin. Le condoglianze del presidente Petrucci ]]> È scomparso in venti giorni per una brutta malattia. Luca Silvestrin aveva 60 anni. Alto 2,05cm, nel ruolo di Ala-Centro aveva giocato 578 gare in serie in 18 campionati in serie A, lasciando un'ottima impressione, come giocatore e come persona, dovunque avesse giocato. Con la Nazionale Juniores aveva partecipato al Campionato del Mondo di San Paolo (Brasile) nel 1979.

Il presidente della FIP Giovanni Petrucci, a titolo personale e a nome della Federazione, abbraccia la famiglia ed esprime le più sentite condoglianze per la prematura scomparsa.

Nato a Favaro Veneto (Venezia) nel 1961, Luca esordì in serie A a 16 anni nel 1977 con la Canon Venezia sotto la guida di Tonino Zorzi, fino alla stagione 1982-83.

Giocò poi nella Scavolini Pesaro e successivamente con Libertas Forlì, Fermi Perugia, Pallalcesto Udine, Allibert Livorno, Kleneex Pistoia, Auxilium Torino, per finire la carriera proprio a Venezia, da capitano, alla fine della stagione 1999-2000.
]]>
Sat, 21 Aug 2021 20:57:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Laura Macchi si ritira, il presidente Petrucci: "Un esempio, il suo amore per il basket e per la Nazionale" ]]> A pochi giorni dall'addio di Simona Ballardini, anche Chicca Macchi ha annunciato il suo ritiro scrivendo un saluto a tutti coloro che l'hanno applaudita nel corso di una carriera fantastica.
Tra Como e Schio 9 scudetti, 8 Coppe Italia, 11 Supercoppe, 1 EuroCup.
In Nazionale 113 presenze e 1387 punti.
Due stagioni WNBA con le Los Angeles Sparks, nel 2010 convocata per l'All Star Game FIBA.

Il saluto del presidente Petrucci
Chicca, è stato un grande onore accompagnare la tua carriera e i tuoi tanti successi, stagione dopo stagione.

Col tuo talento sei stata di ispirazione per tante e tante ragazze che seguendo le tue orme si sono avvicinate alla pallacanestro.

Il tuo amore per il basket e per la maglia Azzurra non sono mai stati banali: non posso dimenticare quando nel corso dell'Europeo del 2017, ad appena due giorni dall'intervento chirurgico a seguito della frattura della mandibola, decidesti di tornare a Praga per stare vicino alla Nazionale.

Grazie, Chicca.





La lettera di Chicca.

Tutti sognano il finale perfetto.

L’ultima apparizione sul parquet, magari con una vittoria importante e avvolti dall’entusiasmo di tante persone. Se non ci fosse stata una pandemia chissà..

Si dice che la bellezza di un viaggio non è il punto di arrivo ma il viaggio stesso. Bene, per me è stato così. E ne sarò grata per sempre.
Perché il mio viaggio è stato magnifico. Nel bene e nel male, sempre vissuto a perdifiato.

E quindi ci siamo.

Ci tenevo a ringraziare tutti, dopo 30 anni esatti di basket, da chi mi ha introdotto al basket, perché nascere a Varese e non giocarci è un sacrilegio, a chi ha gioito con me fino all’ultimo giorno della mia carriera.

Oggi esco dal campo in punta di piedi, esattamente come ci sono entrata… ma nel mezzo c’è stato un uragano. Vittorie, sconfitte, delusione ed esaltazioni. Città, paesi, continenti, Aerei, treni, bus, hotel.
È stato un onore condividere questi magici anni con ogni persona che con me ha percorso anche un piccolo tratto di questa strada.

Il basket mi ha dato tanto, mi ha fatto diventare una donna. Mi ha fatto incontrare una persona meravigliosa conl la quale condivido la vita.
E grazie alla mia famiglia, che c’è sempre stata. Sempre. Incondizionatamente.

E a te papà Giorgio, il ringraziamento più grande.
Sei stato le mie gambe e la mia testa quando credevo di non farcela.
Il mio faro quando mi perdevo, il mio bastone quando mi montavo la testa.
Il tuo fischio sugli spalti era la mia sveglia. Spero di averti reso orgoglioso.

Buon Basket a tutti.

Ad maiora.

Laura Macchi ]]>
Sat, 21 Aug 2021 20:14:00 UTC
<![CDATA[Nazionale A femminile - EuroBasket Women 2023. Azzurre nel girone H con Slovacchia, Lussemburgo e Svizzera: esordio l’11 novembre ]]> Freising (Germania) ha ospitato oggi il sorteggio dei gironi di qualificazione all'EuroBasket Women 2023, torneo che si giocherà in Slovenia e Israele.

L’Italia è stata inserita nel girone H e affronterà Slovacchia, Lussemburgo e Svizzera.

Le altre due finestre di qualificazione si giocheranno dal 20 al 29 novembre 2022 e dal 5 al 13 febbraio 2023.

All'EuroBasket Women si qualificano 14 squadre, le prime di ogni gruppo e le quattro migliori seconde dei 10 gironi. Nel caso in cui i due Paesi ospitanti Israele e Slovenia fossero tra le squadre che hanno passato il turno, si qualificherebbero anche la quinta e la sesta migliore seconda.

A livello Femminile l’Italia ha affrontato (e battuto) il Lussemburgo solo due volte, nel 2012, in occasione delle qualificazioni all’EuroBasket Women 2013: 7-0 il bilancio negli scontri diretti con la Svizzera, l’ultimo precedente risale all’8 aprile 1983 (93-28 a Treviso, qualificazioni all’Europeo 1983).

Undici invece gli incroci con la Slovacchia, 6 le vittorie per le Azzurre che si sono sempre imposte negli ultimi 4 scontri diretti. I più recenti in occasione dell’EuroBasket Women 2017, quando l’Italia vinse due volte in sei giorni. L’ultimo nostro ko il 31 luglio 2008 (79-52), a Poprad in amichevole.

Tutti i Gironi
Girone A
Belgio, Bosnia Erzegovina, Germania, Macedonia del Nord

Girone B
Francia, Ucraina, Lituania, Finlandia

Girone C
Spagna, Ungheria, Romania, Islanda

Girone D
Turchia, Slovenia, Polonia, Albania

Girone E
Serbia, Croazia, Bulgaria

Girone F
Russia, Montenegro, Danimarca, Austria

Girone G
Grecia, Gran Bretagna, Portogallo, Estonia

Girone H
Lussemburgo, Slovacchia, Italia, Svizzera

Girone I
Bielorussia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Irlanda

Girone L
Svezia, Lettonia, Israele

Ufficio Stampa FIP ]]>
Fri, 20 Aug 2021 11:12:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - FIBA Europe Cup 2021/2022. Le strade di Reggio Emilia e Treviso (in caso di mancata qualificazione alla BCL) ]]> Definiti i sorteggi per la stagione 2021/2022 di FIBA Europe Cup.
Per l’Italia l’unica squadra certa della partecipazione è l’UNAHOTELS Reggio Emilia.
I reggiani partiranno dalla regular season inseriti nel gruppo D con Saragozza, Avtodor Saratov e Hapoel Gilboa Galil.

La partecipazione a questa Coppa della Nutribullet Treviso dipenderà dai preliminari della Basketball Champions League. Se i trevigiani usciranno vittoriosi dal mini torneo di qualificazione del PalaVerde (13/17 settembre), disputeranno la BCL. In caso contrario, per loro è pronto un posto in FIBA Europe Cup. Ai quarti di finale il primo ostacolo si chiama London Lions (13 settembre). In caso di passaggio del turno, la semifinale sarà contro i danesi del Bakken Bears (15 settembre). Finale il 17 settembre contro una tra Tsmoki-Minsk e la vincente di Mons-Hainaut-ZZ Leiden.

In caso di sconfitta nel quarto di finale, Treviso sarà inserita nel gruppo A di Fiba Europe Cup con Cluj-Napoca, Kapfenberg Bulls e una squadra proveniente dalle qualificazioni (Krasnoyarsk/Hapoel Haifa/Medi Bayreuth/Skopje/Szedeak).
In caso di sconfitta in semifinale, la Nutribullet sarà invece inserita nel gruppo G di Fiba Europe Cup con Peristeri, Crailsheim e la squadra che perderà la finale del secondo torneo di qualificazione in BCL.
]]>
Thu, 19 Aug 2021 20:21:00 UTC
<![CDATA[Altre notizie - Eurocup Women 2021/2022. Le strade di Schio (se non si qualificherà per l'Euroleague Women), Virtus Bologna, Dinamo Sassari e Magnolia Campobasso ]]> Definiti i sorteggi per la stagione di Eurocup Women.
Per l’Italia sono tre le squadre coinvolte nella competizione per la stagione 2021/2022.

Se la Beretta Famila Schio non dovesse vincere il proprio raggruppamento di qualificazione in Euroleague (Pala Romare di Schio, 21/23 settembre) accederebbe automaticamente in Eurocup.
Da seconda classificata, finirebbe nel gruppo G con Fribourg, Tenerife e la vincente di Grengewald Hueschtert-Dinamo Sassari. Da terza classificata verrebbe invece inserita nel gruppo I con Namur Capitale, Mechelen e la vincente di Ensino-Campobasso.

L’unica squadra già certa di partecipare alla fase a gironi dell’Eurocup è la Futur Virtus Bologna, che gareggerà nel gruppo H con Lointek Gernika Bizkaia, Roche Vendee e la vincente di Flammes Carolo-Piestanske Cajky.

Come detto, la strada di Dinamo Sassari e Magnolia Campobasso passerà dagli spareggi. Queste le date e gli accoppiamenti:

28 settembre
Duran Maquinaria Ensino-Magnolia Basket Campobasso
BBC Grengewald Hueschtert-Dinamo Lab ASD

1° ottobre
Magnolia Basket Campobasso-Duran Maquinaria Ensino
Dinamo Lab ASD- BBC Grengewald Hueschtert
]]>
Thu, 19 Aug 2021 14:23:00 UTC